Giovani e eccellenze, l’altra faccia della Calabria

Mascaro: patrimonio immateriale la nostra ricchezza. Studenti universitari americani a Rossano e Cirò
ROSSANO –  CALABRIA, UN MONDO IN EQUILIBRIO PARALLELO? Il forum di oggi  (sabato 10) nell’ambito dell’educational tour che fino a domani (domenica 11) avrà ospiti nel territorio della Sibaritide e del Crotonese i 21 studenti dell’ARCADIA UNIVERSITY, ospitato nell’Auditorium AMARELLI, dal titolo STRATEGIA E GESTIONE AZIENDALE INTERNAZIONALE, ha tentato di offrire almeno una parte della risposta.

 Quella vista, interpretata e vissuta ogni giorno dalle eccellenze imprenditoriali dell’agroalimentare che si sono confrontate con i giovani e speciali osservatori. Ritorno alla terra, capacità di innovare ed esportare all’estero, di fare dell’identità, della sovranità alimentare e della tutela della biodiversità un valore aggiunto della propria economia. È stato questo il filo conduttore di tutti gli apprezzatissimi contributi, tutti in inglese.
 
L’incontro, coordinato da Lenin MONTESANTO direttore di OTTO TORRI SULLO JONIO co-organizzatore dell’evento, ha visto anche la partecipazione del Sindaco Stefano MASCARO che ha aperto e portato il saluto dell’Amministrazione Comunale sottolineando l’apprezzamento dell’Esecutivo per queste iniziative di qualità con protagonisti internazionali e sempre finalizzate a promuovere città e territorio. La forza delle aziende di eccellenza ed innovative – ha detto - soprattutto quelle che si posizionano anche su mercati internazionali, risiede nella capacità di attrarre rispetto alla bellezza del territorio e del suo patrimonio immateriale, la nostra ricchezza. La combinazione e concentrazione di marcatori identitari distintivi e di produzioni tipiche di eccellenza ha aggiunto – rappresentano la carta che questo territorio può e deve giocarsi: quella dei turismi. Da questo punto di vista dobbiamo lavorare ad una nuova alba che deve ancora sorgere. Di crescita e sviluppo sostenibile.
 
Da CLEMENTIME, la startup ideata da Francesco RIZZO, giovane imprenditore  che propone  clementine come snack frutta per distributori automatici; al doppio binario seguito da LA LUMACA AUSONIA (ROSSANO) che con oltre 1 milione di esemplari, affianca al mero allevamento di chiocciole da gastronomia una gamma di prodotti cosmetici a base di bava di lumaca; dalla FILIERA MADEO di SAN DEMETRIO CORONE, la più importante in Italia, presente in 24 stati e, insieme ad AMARELLI, dallo scorso mese di novembre anche a FICO EATALY WORD, la FABBRICA CONTADINA ITALIANA, con la produzione di suino nero di Calabria; ad ACRONEO (ACRI) progetto dell’archeologo Gabriele BAFARO. È il vino degli antichi, prodotto in anfora senza ricorrere ad agenti chimici o strumenti moderni. Agricoltura dinamica è la parola d’ordine del progetto BIORTILIA dell’Azienda Cesare ANSELMI. Tutta la produzione, dalla preparazione del terreno fino agli interventi alle colture si svolge con un approccio biodinamico, che prevede interventi mirati ad assecondare la naturale fisiologia, influenzata da forze cosmiche e adattamento delle colture. - Custode di una secolare tradizione del paese e della mia famiglia, CANTINE VIOLA, ha contribuito a recuperare, valorizzare e diffondere un nettare, che correva il rischio di estinzione, il MOSCATO DI SARACENA – PRESIDIO SLOW FOOD (uno dei pochi vini al mondo ad esser stato riconosciuto presidio da SLOW FOOD). L’olio RUSKÌA, dal nome dell’antica ROSSANO, è prodotto dall’azienda Nicola CONVERSO che nella conduzione della stessa è aiutato dal figlio DANIELE, 26 anni, agronomo e costruttore di olio di qualità, dalla raccolta al prodotto in bottiglia. Innovazione nella lavorazione e commercializzazione degli agrumi e continua ricerca di nuove varietà di CLEMENTINE e NAVELLINE rappresentano la mission della  O.P. AGRI DOC 2 S.C.A.R.L., l’Organizzazione di Produttori guidata da Stefano PIRILLO. – CUORE DI TENEBRA, ANIME, SCHIZOPHRENIC, MA BOHEME, WELCOME TO SYBARIS, SMOOTH STONE. Sono i nomi delle birre prodotte dal birrificio artigianale DE ALCHIMIA di Saracena, iniziativa imprenditoriale nata da un gruppo di giovani formatisi altrove, esempi di ritorno manageriale alla terra.
 
L’educational tour, patrocinato dalle Amministrazioni Comunali di CIRÒ e ROSSANO e organizzato in collaborazione con il Museo della Liquirizia Giorgio AMARELLI e le due condotte SLOW FOOD POLLINO SIBARITIDE ARBERIA e CROTONE,  ha preso avvio ieri (venerdì 9) proprio da ROSSANO con la visita alla presenza dell’assessore alla cultura Serena FLOTTA e poi all’oratorio SAN MARCO, ha fatto tappa, nel pomeriggio di oggi, dopo la visita al Museo della Liquirizia AMARELLI anche a CIRÒ, Città del Vino e del Calendario per l’incontro sul tema ECONOMIA DEL CRIMINE ORGANIZZATO E INNOVAZIONE SOCIALE. –  Coordinati dal fiduciario della Condotta Slow Food Pollino Sibaritide Arberia Lenin MONTESANTO sono intervenuti il Sindaco Francesco PALETTA, il Commissario Prefettizio del Comune di Cirò Marina Giuseppe GUALTIERI, Michele CIOCIOLA, Magistrato al Tribunale di Crotone, Umberto FERRARI, referente provinciale LIBERA – Associazione contro le Mafie e Luigi MONACO della Condotta SLOW FOOD CROTONE.
 
L’EDUCATIONAL TOUR si concluderà domani (domenica 11) con le due tappe all’azienda di agricoltura sostenibile BIOSMURRA in Contrada COLAGNATI a ROSSANO per una colazione identitaria a base di succo di clementine 100% e successivamente a PALUDI nell’azienda LA SULLA per conoscere da vicino la produzione di podolica e suino nero.
 

 

0 awesome comments!

Il Blog di Rossano