Sono proprio i "Media" che ci stanno trasmettendo in questi giorni il fenomeno delle Famiglie Arcobaleno. Quando ero ragazzino mi dicevano che se di venerdì mangiavo una fetta di mortadella,ero in peccato mortale, ma così grave che se la fetta mi andava di traverso e morivo,finivo subito all'Inferno arrostito per l'eternità. Per una fetta di mortadella! Oggi sorridiamo ma allora ci si credeva.

 Quello che cinquant'anni fa era peccato oggi non lo è più e quindi la dottrina della Chiesa è in evoluzione. Mettendo,con il Vangelo,al primo posto il bene dell'uomo,quello che oggi sembra un male,domani può darsi che non lo sia più. Dire ad una persona che non può esprimere la sua affettività e la sua sessualità è come dire ad una pianta "puoi crescere ma non fiorire." Questo è andare contro natura. Negli Atti degli Apostoli c'è una bellissima espressione dell'Apostolo Pietro che dice "perchè Dio mi ha mostrato che nessun uomo può essere considerato impuro (At.10,28)". E' la legge della Religione che divide in puri e impuri, ma non certo Gesù. Il Messaggio di Gesù propone amore a tutte le categorie. Certamente anche al tempo di Gesù c'era questa problematica, ma gli Evangelisti non ne parlano e se Gesù non ne parla noi cristiani,inviati unicamente a battezzare, non siamo autorizzati a inserirci in cose che Lui non ci ha autorizzato a fare. Gesù sulla sessualità non dice una parola, ma annuncia che ogni persona è amata da DIO (che è Padre) così come è e ce ne dà tanti esempi chiamando al suo seguito persone che erano considerate impure e peccatrici,come i pubblicani e le prostitute. La Buona Notizia di Gesù è che l'Amore di Dio non viene concesso come un premio per la buona condotta,ma come un regalo che dipende dal cuore del Donatore. La persona normale,secondo Gesù, è quella che cresce,si realizza ed è capace ( eucaristicamente) di donarsi all'altro. Le invettive di Gesù sono sempre contro i farisei, cioè persone vanitose,ambiziose e ricche. Una volta,purtroppo,si pensava che gli omosessuali fossero dei malati o dei criminali per cui si agiva di conseguenza. Lo stesso Papa Francesco,ritenendo un errore tale condanna, il 28.07.2013,dichiarò:<< Se una pesona è gay e ha buona volontà chi sono io per giudicarla?>>. In questa prospettiva allora nessuno vuol cancellare il maschile e il femminile, ma solo affiancare nuovi modi di essere maschi e di essere femmine ai modelli tradizionali. Si tratta di allargare le identità,prefigurando nuovi costrutti sociali più rispettosi delle diverse peculiarità,facendo sì che tutti possono giungere a quell'armonia tra sesso e genere che è alla base di una vita felice. Il Vangelo è la Risposta di Dio a quel desiderio di pienezza di vita insito nella coscienza umana. Gli uomini di chiesa avversano duramente queste nuove posizioni,ma la Chiesa giungerà ad accettarle. La storia è maestra di vita! Nel Seicento avvenne la Rivoluzione astronomica alla quale gli uomini di chiesa si opposero costringendo l'anziano Gallileo ad abiurare la teoria copernicana, ma poi la Chiesa cambiò idea adattandosi alla realtà; in seguito la rivoluzione politica portò i popoli a determinare laicamente la propria forma di governo, e gli uomini di chiesa si opposere condannando lo Stato Unitario Italiano, ma poi la Chiesa cambiò idea adattandosi alla realtà;la stessa rivoluzione sociale inaugurò diritti umani come il suffragio universale, la parità uomo-donna,l'istruzione obbligatoria statale, e la libertà religiosa contro cui insorse l'opposizione ecclesiastica: poi si cambiò idea adattandosi alla realtà;la stessa rivoluzione biologica darwiniana fu contrastata in modo acerrimo,ma poi accettata e la Chiesa cambiò idea,adattandosi alla realtà; per continuare con la Rivoluzione di Lutero, degli Ebrei considerati fratelli maggiori, della libertà di culto per la salvezza, l'interpretazione della Bibbia, la condanna dell'uso della violenza delle crociate,della pena giusta di morte, dei roghi di streghe e libri e via discorrendo. Si tratta di innegabili verità storiche, che infastidiscono la mentalità ecclesiastica portata a considerare le proprie idee come dottrina "immutabile e infallibile". Attenzione non è la Chiesa ad essere trasformista,ma è la Logica della Vita che trasforma ogni cosa. Nella vita ciò che non muta,muore. Se la Chiesa,che amo, fondata sulla Roccia di Cristo , dopo 2000 anni è ancora quì (fino alla fine dei tempi: Mt.28,20)" è perchè è ampiamente mutata in meglio mettendosi,con il Grembiule del Servizio, in condizione di essere sempre più "Ospedale da campo",come la vuole papa Francesco,cioè china sulle ferite degli esseri umani. Nel processo di liberazione delle minoranze oppresse,(oggi ultimi!), assistiamo alle due rivoluzioni ancora in atto cioè quella sessuale e quella bio-tecnologica che porteranno a far comprendere che la sessualità non è racchiusa dall'identità biologica ma attiene anche alla psiche e allo spirito: ogni essere ha la progettualità alla libertà e alla responsabilità della sua identità, facendo i conti con l'irepetibile sua singolarità per cui è venuto al mondo ( e per noi credenti,creato da Dio.) Un tempo l'idea di stato laico non confessionale e di libertà di coscienza in materia religiosa appariva blasfema alla Chiesa cattolica; oggi essa comprende che la laicità dello Stato è un formidabile punto di forza della società e si dichiara a favore della libertà di coscienza in materia religiosa. Oggi alla Chiesa cattolica appare blasfema una famiglia diversa da quella tradizionale;in un tempo non lontano essa capirà che la pluralità degli amori umani è un altro punto di forza della nostra società,in quanto capace di accogliere tutti!

Coriglianorossano 10.06.2018.                                      Franco Palmisano.
 

 


Commenti   

Militante
0 #2 Militante 2018-06-15 09:28
La sequela di Gesù richiede la piena libertà dell'individuo,che ragiona con la propria testa e cammina con le proprie gambe,per cui necessariamente si deve rendere indipendente da tutto quello che gli impedisce autonomia decisionale,che a volte gli sono di impedimento e cioè i "legami" e " vincoli" familiari. Gesù in Mt.10,37 non viene a distruggere la famiglia ma a invitarci a liberarci da quei ricatti affettivi che ci impediscono di crescere in quella Pienezza di vita,alla quale ogni individuo viene da Dio (Padre) chiamato.E' questa la Bellezza della nostra Fede da testimoniare nella Laicità di ogni Contingenza.
Citazione
Messa...role!
0 #1 Messa...role! 2018-06-11 08:29
La Chiesa nell'ultimo Documento sul Sinodo difende l'impianto della famiglia tradizionale,riproponendola come unica espressione della Volontà Divina. Gesù però,secondo gli Evangelisti,ha uno sguardo molto critico sulla famiglia patriarcale (borghese!). Non la consolida,ma la demolisce. Il matrimonio era una tappa obbligatoria per ogni maschio ebreo,giunto all'età dei 18 anni. Gesù non si sposa. " Ha trasgredito il Disegno di Dio sulla famiglia ?"Lui poi arriva a dichiarazioni estreme che scalzano dalle radici il consacrato impianto dell'istituto famigliare. Basta confrontare i passi evangelici di Mc.3,31-35;Lc.18,29-30;Lc.14,25;Mt.10,35. . . Sarà meglio evitare di parlare del Disegno di Dio sulla famiglia, vincolata dai legami del sangue, ma sulla Famiglia fondata sullo Spirito,che unisce tutti quelli che LO accolgono in veri frateli e sorelle.
Citazione

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

 

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 

INVIA ARTICOLO

Che tempo fa