“La Calabria dei rischi: tra emergenza e prevenzione”. Sarà questo il tema della giornata di studi che si terrà il prossimo 10 luglio nella Sala Rossa “Giovanni Sapia” di Palazzo San Bernardino a Rossano, a partire dalle 9,00.

L’evento, con il patrocinio della Regione Calabria, della Provincia di Cosenza e della città di Corigliano Rossano, nasce dalla volontà del sindacato INRSIND-CS in collaborazione con il Circolo Culturale Rossanese, la Conf Professioni, gli ordini degli Architetti, degli Ingegneri e dei Geologi di Cosenza e l’associazione di volontariato e di protezione civile “Magna Grecia onlus” e sarà suddiviso in due momenti, al mattino ed al pomeriggio.
I lavori inizieranno alle 9.00 con l’accoglienza e l’iscrizione die partecipanti. Seguiranno i saluti istituzionali dei presidenti degli ordini, Nello Gallo per gli Ingegneri, Pasquale Costabile per gli Architetti, Alfonso Aliperta per i Geologi e il commissario prefettizio del comune di Corigliano Rossano, Domenico Bagnato.
Dalle 9,40 la responsabile della comunicazione dell’associazione Disaster Manager (Assodima), Anna Minnicelli, introdurrà e coordinerà i lavori del convegno, che contemplerà gli interventi – nell’arco della mattinata – di diversi esperti e professionisti del settore tra cui i professori Alberto Prestininzi, Gabriele Scarascia Mugnozza e Paolo Mazzanti dell’Università “Sapienza” di Roma; Massimiliano Moscatelli del Cnr-Igag; il geologo esperto di Qtrp Tonino Caracciolo, Giancarlo Principato dell’Università della Calabria e Francesco Dramis dell’Università Roma Tre.
Dopo la pausa pranzo, previste le relazioni di Carlo Esposito e Salvatore Martino dell’Università “Sapienza” di Roma; Ottavio Amaro dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria, l’ingegnere esperto di Qtrp Gaetano Scarnati, il dirigente della Regione Calabria Uoa Forestazione Salvatore Siviglia; Franco Violo del consiglio nazionale dell’ordine dei Geologi e Carlo Tansi, dirigente Uoa Protezione civile della Regione Calabria.
Il convegno nasce dalla necessità di formare gli addetti ai lavori fornendo una visione tecnica, legata alla prevenzione delle problematiche che affliggono il territorio rispetto alla sola fase emergenziale.
Le relazioni tratteranno molteplici argomenti connessi tra loro. Dalle fasi emergenziali e la corretta gestione, alla tutela del territorio attraverso azioni di prevenzione e di difesa del suolo con particolare riferimento agli abitati storici, microzonazione e recupero; dalla strategia di intervento del Quadro territoriale regionale a valenza paesaggistica (QTRP) ai piani di sicurezza dei grandi invasi calabresi, senza tralasciare il ruolo dei professionisti nei programmi di prevenzione e le novità legate alla nuova normativa.
Il comitato scientifico è composto da Alberto Prestininzi, Franco Dramis, Franco Violo, Tonino Caracciolo e Alfonso Aliperta. La giornata è valida ai fini della formazione professionale continua.
 

 

 

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

 

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 

INVIA ARTICOLO

 

Che tempo fa