Mentre continua imbattuta la marcia della serie D femminile di mister Marcianò, in casa Lapietra Pallavolo Rossano si festeggia l’ennesimo riconoscimento che premia la bontà del lavoro svolto nel settore giovanile. La società bizantina appare infatti nell’elenco delle realtà pallavolistiche italiane insignite della certificazione “Marchio di Qualità per l’Attività Giovanile” da parte del Centro Studi Federale per il biennio 2018-2019. 

Un’attestazione che gratifica la qualità dell’impegno quotidianamente speso dalle società sportive affiliate alla Federazione Pallavolo. E che viene riconosciuta in base ad elementi oggettivi di giudizio.

Tra i parametri valutati dal Centro Studi per l’assegnazione della certificazione rientrano infatti il numero di tesserati, i campionati giovanili svolti, i risultati conseguiti, i progetti di sviluppo e le collaborazioni sul territorio; e ancora le competenze e la qualificazione dello staff tecnico e dei dirigenti, la comunicazione e l’attività di promozione. Un traguardo prestigioso per una società che si dedica anima e corpo a un insegnamento che prescinde da tecniche e metodi, per abbracciare i valori che si raccolgono ed ottengono dentro e fuori dal campo. Credendo fortemente al binomio perfetto sport-educazione; nonché al percorso formativo sportivo quale supporto per una crescita improntata ai valori dell'etica sportiva, dell’impegno e della responsabilità.

 “La soddisfazione è tanta – afferma il presidente Antonio Gerardo Russo –. Oggi come negli anni passati il nostro lavoro e i nostri sacrifici vengono riconosciuti e in parte ripagati. Oggi come allora siamo fra le pochissime società della provincia e fra le poche in Calabria a potersi fregiare di questo importante riconoscimento. I veri artefici di questo successo – conclude Russo – sono i nostri tecnici che quotidianamente si spendono in palestra. A loro va il GRAZIE più grande”.

Tornando ai parquet, si segnalano emozioni a profusione a margine del match più combattuto della quinta giornata del campionato di serie D. A scontrarsi sono le ambiziose prime della classe. E fa rumore la caduta di quella che è considerata la più forte compagine del girone contro le giovanissime atlete rossanesi. Che, seppur il primato sia una piacevole sorpresa, continuano a fare sostanziali passi in avanti.

il match fila sul principio dell’equilibrio, ma La Lapietra vola sulle ali dell’entusiasmo dimostrando di avere qualcosa in più anche rispetto al capitale d’esperienza della Burduja, reduce addirittura da un campionato di serie A2. La cenerentola Lapietra mette così in cascina altri tre punti fondamentali, a garanzia di quella bella pallavolo su cui continuare a costruire i prossimi traguardi.

In chiara difficoltà versano invece gli atleti della serie C, che si arrendono anche alla New Tech Pallavolo Milani a conclusione di un derby provinciale i cui parziali – a prescindere dal risultato – parlano di una Lapietra sì sfortunata e sciupona, ma pronta a difendere il risultato con le unghie, i denti e le battute. Gli ospiti, in formazione rimaneggiata, hanno infatti iniziato ogni set in maniera spavalda; accumulando, in ogni frazione, dei sensibili vantaggi. Poi, però, puntualmente sprecati nei minuti finali (Martina Forciniti).

TABELLINI E FORMAZIONI

LAPIETRA PALLAVOLO ROSSANO - VIRTUS 1962 PELLARO: 3-2 (25-21; 11-25; 25-20; 17-25; 15-11)

LAPIETRA ROSSANO: Domanico, Sapia, Prokopenko, Pignatari, Flotta, Abastante, Pezzella, Mazzuca, Ginocchiere, Diaco, Iannini, Laurenzano (L).
Allenatori: Zangaro e Marcianò

VIRTUS 1962: Battaglia, Burduja, Canale, Caracciolo, Cilea, Palco, Tripodi, Moscato (L).
Allenatore: Cilea.

Arbitro: Ruggiero di Cutro.

NEW TECH PALLAVOLO MILANI - LAPIETRA PALLAVOLO ROSSANO: 3-0 (26-24; 26-24; 25-21)

NEW TECH MILANI: Filice, Cuconato, Rizzuto, Mazzuca S., Totera, Ubbriaco, Cozza, Tarsitano, Abbritta, Fasanella, Froio (L).
Allenatore: Lionetti

LAPIETRA ROSSANO: Lioi, De Simone, Zangaro, Madeo, Marino, Labonia, Mazzuca G., Caruso, Cavallo (L).
Allenatore: Marciano'

Arbitro: Piccione di Cosenza

 

 

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 

INVIA ARTICOLO

Che tempo fa