Successo per il Musical "Vivente in Musica" portato in scena, al Palazzo San Bernardino in Rossano centro, dalla "Maros" in teatro grazia alla direzione artistica di Mariarosaria Alessandra Bianco. Un Presepe, dunque, originale nel quale i veri protagonisti sono stati gli strumenti musicali e gli attori presenti in scena.

 Il melodioso suono dì un'arpa ad interpretare la Madonna, le note del Fagotto per San Giuseppe, il suono del Sax per i doni dei Magi. Nelle osterie del tempo la chitarra battente, la fisarmonica, la lira calabrese, le percussioni e i tamburi a cornice. Un connubio tra musica e teatro per un viaggio suggestivo ed emozionante nella notte più Santa dell'anno. Dalla profezia delle Sibille, alle pettegole di Nazareth, all'annuncio dell'angelo, alle parole di Miriam fino ad arrivare al momento culminante della nascita e dell'adorazione del bambino Gesù. Un cast d’eccezione anche questo anno, accuratamente scelto dalla "MAROS" in teatro, che ha visto in scena l’attrice Alessandra Calabrese, il sassofonista Nando Farina, le attrici: Giada Claudia Grandinetti e Marisa Casciaro. Tra gli strumenti del "Vivente in Musica" non potevano mancare le percussioni di Checco Pallone, la lira di Piero Gallina per la scena dell’Osteria, il maestro Cataldo Perri con la chitarra battente, la fisarmonica di Gennaro Ruffolo. In scena anche l’attore rossanese Emilio Surà, la performer Serena Bucca, la danzatrice Barbara Carbone. Nella scena orientale Gianluca Scigliano e Josè Daniel Cirigliano. I Magi Danilo Guido al sax e nella scena della Natività l’arpa di Claudia Falcone e il fagotto del maestro Pino Campana. Il direttore artistico dell'importante appuntamento promosso, per la prima volta, nella Città del Codex, Mariarosaria Bianco, ha voluto ringraziare, al termine della straordinaria performance condivisa con lunghi applausi ed ampi consensi di critica da quanti hanno presso parte all'evento, il comune di Rossano, nella persona dell’assessore Aldo Zagarese che ha sposato il progetto, i musicisti, gli attori, i figuranti, i narratori, il numeroso pubblico, il Reporter Antonio Le Fosse, il Centro Studi Musicali "Giuseppe Verdi" diretto dal Maestro Giuseppe Campana, la FIDAPA, la Pro Loco di Rossano, ma anche coloro i quali hanno collaborato alla realizzazione e alla buona riuscita dell'iniziativa. Un viaggio particolare e magico prodotto dalla "MAROS" in teatro che ha entusiasmato tutti. Complimenti, infine, all'intero cast e, soprattutto, alla regista Mariarosaria Alessandra Bianco per l'ottimo lavoro portato in scena.

ANTONIO LE FOSSE

 

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 

INVIA ARTICOLO

Che tempo fa