«Sarebbe un’opera sociale importante: si sentirebbero ancora utili dopo una vita di lavoro»
«Con l’inizio dell’anno scolastico l’amministrazione comunale di Rossano potrebbe pensare di reintrodurre il progetto “Nonno vigile”».  È questa la proposta che Raffaele Vulcano, consigliere comunale e capogruppo di Terra Nostra, associazione appendice di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, presenta al governo cittadino.

«Domani 14 settembre inizierà un altro anno scolastico, nella speranza che sia produttivo per tutti, alunni, insegnanti, personale non docente. Ma soprattutto nella speranza che non si ricalchino i problemi riscontrati durante la scorsa annata per quel che concerne l’assistenza ai diversamente abili con bandi poco chiari e gli scuolabus. Due fra le questioni più annose che hanno creato più di qualche problema agli alunni delle scuole comunali».
«Auspicando che l’amministrazione abbia fatto tesoro degli errori del passato – prosegue Vulcano – invito l’esecutivo a pensare alla istituzione del “nonno vigile”, per tutta una serie di motivi. In primis perché si renderebbe un grande servizio alla comunità, in considerazione della penuria della pianta organica dei vigili urbani. I nonni potrebbero fungere d’ausilio e controllo rispetto all’attraversamento pedonale dei bambini davanti alle scuole come accadeva un tempo. Sarebbe importante anche per loro, oltre che per l’intera comunità. Si sentirebbero più importanti per la società – prosegue Raffaele Vulcano – più vivi e più utili».
Il capogruppo di Terra Nostra evidenza, poi, come siano tali e tanti i problemi della terza età. «Non è semplice accettare la quiescenza dopo una vita di lavoro, specialmente se ci si sente ancora attivi. Quella del nonno vigile, quindi, potrebbe essere una vera e propria opera sociale a 360°: utile per i nonni e per i bambini. Magari adottando una qualche sorta di sgravio fiscale per tutti quei nonni che decideranno di spendersi per il bene della comunità. Invito, quindi, il sindaco Mascaro – termina Vulcano – e la giunta a prendere in debita considerazione la proposta, sperando che non sia accolta col preconcetto solo perché giunge dai banchi dell’opposizione. Nel programma elettorale di Fdi-An avevamo dedicato molte attenzioni alla terza età e con diverse proposte. Poiché i nostri nonni sono delle risorse, anche in termini esperienziali, perché non coinvolgerli ancora nel tessuto sociale attivo cittadino?»
 
 

 

Commenti   

+3 #2 MAH! 2017-09-15 00:14
Che poi ci pensavi!!! Toh, è ora di pranzo, cosa mangio? La spesa dovevi farla prima!!!
Citazione
+5 #1 Perci 2017-09-14 20:18
..... un'altra delle sue :D
Citazione

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 

INVIA ARTICOLO

Che tempo fa