Sabato 14 ottobre p.v. si terrà presso la sede CISL di Rossano in Viale Margherita 188 un pubblico dibattito per discutere dell’importante tema riguardante la Fusione dei Comuni Rossano – Corigliano, che vedrà la cittadinanza dei due comuni limitrofi ad esprimersi alle urne nel merito, giorno 22 Ottobre 2017.

Numerose saranno le tematiche ed i punti cardine sul quale verterà l’incontro, e dove verranno spiegate in maniera esaustiva le motivazioni e l’importanza vitale rappresentate da questa Fusione, forse ultimo baluardo, capace di garantire oltre ad una nuova linfa vitale al nostro già martoriato territorio, anche numerosi vantaggi quali: un maggior peso politico ed economico capace di garantire una maggiore rappresentatività istituzionale unitamente ad una maggiore strategia per la programmazione territoriale; una maggiore possibilità di ottenere fondi europei e nazionali; una maggiore attrattività turistica e imprenditoriale, con maggiori servizi; una migliore offerta sanitaria con la costituzione dell’ospedale unico; ed in ultimo, ma non di minor importanza, un accrescimento delle opportunità occupazionali per i numerosi giovani disoccupati del nostro territorio.

Dopo i saluti del Seg. Zonale Ionio-Sila Pasqualino Spataro, il dibattito sarà presieduto dal Seg. Gen.le della CISL di Cosenza Tonino Russo, sono previsti gli interventi dell’On. Giuseppe Graziano, dell’On. Franco Sergio, dell’On. Mimmo Bevacqua, dell’Avv. Amerigo Minnicelli Coordinatore del Comitato 100 Associazioni, del Seg. Reg.le Gen.le FAI-CISL Calabria Michele Sapia e del Seg. della FNP CISL Calabria Fiore Madeo le conclusioni saranno affidate al Seg. Gen.le della CISL Calabria Paolo Tramonti.

La cittadinanza, vista l’importanza della tematica è invitata a partecipare.

IL SEGRETARIO USZ-IONIO SILA

Pasqualino Maria SPATARO

 

Commenti   

+1 #1 jonico 2017-10-12 08:55
Dibattito: Discussione nella quale si contrappongono e valutano idee e opinioni diverse in merito a determinati argomenti proposti o a decisioni da prendere. (Treccani)
Chiamate le cose col loro nome! A quelli del sì non interessa dibattere. Vogliono solo fare propaganda, proselitismo, monologhi di parte. Pensiero unico dominante! Riempire la sala di on. seg. avv. ("gr. ladr. farabut. di gr. croc. mascalz. assas." per citare Fantozzi) non significa fare una cosa seria. I loro incontri valgono ancora meno di uno spot pubblicitario, sono solo fuffa e retorica!
Citazione

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 

INVIA ARTICOLO

Che tempo fa