All'On. Franco Sergio Presidente Prima Commissione Permanente del Consiglio Regionale della Calabria "Affari Istituzionali, Affari Generali e Normativa Elettorale"
Oggetto: richiesta di audizione sulla Proposta di Legge numero 182/1 QA di iniziativa del Consigliere G. Graziano recante: "Istituzione del nuovo Comune derivante dalla fusione dei Comuni di Corigliano Calabro e di Rossano".


Egregio Presidente, il processo di fusione dei Comuni di Corigliano Calabro e di Rossano, con l'espletamento del referendum consultivo dello scorso mese di ottobre e la netta vittoria di una nuova idea di assetto istituzionale ed amministrativo di questa importante realtà territoriale, sociale, economica e produttiva che, una volta concluso l'iter legislativo di competenza regionale, si tradurrà nella nascita della terza città della Calabria per numero di abitanti, è ormai entrato nel vivo dell'approfondimento della legge istitutiva del nuovo Comune di Corigliano - Rossano. 

E', infatti, demandata alla Prima Commissione consiliare da Te egregiamente presieduta. la discussione e l' analisi, prima dell'approdo del testo di legge nell'aula del Consiglio Regionale per una stia definitiva approvazione, della proposta di legge di iniziativa del Consigliere G. Graziano di istituzione del Comune derivante dalla fusione dei Comuni di Corigliano e di Rossano.

Nell'apprezzare il lavoro della Commissione che, sin dal mese di gennaio 2017. in concomitanza con l'avvio ufficiale della procedura prevista dalla legge regionale in tema di fusione di Comuni, nell'invitare alle proprie sedute i rappresentanti istituzionali e della società civile del territorio raccoglierne i suggerimenti per far sì che si concretizzasse una proposta di fusione la più ampia e condivisa possibile, ritengo che, soprattutto in questa nuova fase. lo strumento delle audizioni possa essere ancora utilizzato per raccogliere ulteriori idee e proposte, avendo come obiettivo finale l'approvazione del testo di legge in questione nei termini previsti.

Alle istanze dei Sindaci dei Comuni di Corigliano e Rossano, nonché dei rappresentanti dei comitati civici. di essere auditi dalla Tua Commissione, unisco anche la mia personale richiesta di audizione su un tema sul quale mi sono speso sin dall'inizio della mia esperienza in Consiglio regionale.

Da ex Consigliere comunale di Corigliano e di Rossano, da ex Consigliere ed Assessore regionale e da ex Parlamentare ho seguito, da oltre vent'anni, il tema della fusione di questi due Comuni credendo nelle potenzialità di un territorio che, attraverso la sperimentazione di forme di governo e di modelli organizzativi ed amministrativi moderni, può realmente diventare punto di riferimento di una parte importante della Calabria.

Da questa idea, a cui abbiamo insistentemente lavorato nel corso degli anni, nasce per esempio l'Area urbana Corigliano - Rossano individuata come tale dal CIPE e considerata come strategica per lo sviluppo dell'area jonico-cosentina dalla prima programmazione dei fondi comunitari POR Calabria.

Su questa idea, che abbiamo sostenuto anche nell 'esperienza parlamentare della Camera dei Deputati, si sono poi incontrate le posizioni unanimi di partiti ed associazioni che hanno prodotto il risultato ultimo che conosciamo. Per tali motivi ed alla luce di quanto detto in premessa, anche al fine di poter esporre la mia posizione su questo tema alla luce dell'esperienza maturata, confido in un Tua decisione di convocazione nei modi che riterrai più opportuni. In attesa di riscontro porgo, cordiali saluti.

Giovanni Dima

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 

INVIA ARTICOLO

Che tempo fa