CORIGLIANO-ROSSANO - E' nata, in data 30 gennaio 2018, la terza città della Calabria: “Corigliano-Rossano”. Tanta la gioia nei cittadini dei due importanti comuni della Piana di Sibari per l'attuazione della legge approvata nel corso del Consiglio regionale della Calabria, riunitosi nel pomeriggio di ieri, al Palazzo Campanella di Reggio Calabria.

 Presente, nel pubblico, anche una nutrita rappresentanza del Comitato 100 Associazioni pro-fusione. Il dibattito ha fatto registrare un coro di consensi ed un applauso finale da parte dei consiglieri regionali presenti in aula. Il Presidente della Giunta regionale, Mario Oliverio, ha parlato di fatto storico per la Calabria. "Oggi - ha dichiarato Oliverio - nasce una nuova città in Calabria e nasce per volontà delle popolazioni di Corigliano e Rossano che hanno votato Sì al Referendum di ottobre scorso. Una città in un'area strategica per lo sviluppo per la Calabria e dalle grandi potenzialità di sviluppo economico e produttivo. Con l'approvazione di questa importante proposta di legge il Consiglio regionale oggi assume un atto che è in perfetta sintonia con la volontà delle popolazione. Ora - ha aggiunto il Presidente della Giunta regionale - si apre la fase più impegnativa, una sfida inedita che dovrà vedere protagoniste le istituzioni locali ed i cittadini. Un'opportunità per realizzare una nuova realtà urbana. La fusione non deve essere vista e concepita come un atto meramente amministrativo, burocratico, o come un semplice atto di unificazione dei servizi municipali, ma come un'opportunità per costruire la nuova città in modo tale da guardare ad un futuro migliore nell'intera Piana di Sibari". L'istituzione del comune unico, Corigliano-Rossano, rappresenta, sicuramente, il punto di partenza per rilanciare l'intera area urbana in cerca, tuttora, di un pronto e definitivo riscatto. I tanti cittadini, rossanesi e coriglianesi, sono convinti che la fusione tra i due importanti comuni possa contribuire alla rinascita e alla crescita del territorio. Ieri sera, intanto, i due sindaci, Giuseppe Geraci (Corigliano) e Stefano Mascaro (Rossano), si sono ritrovati, nella sala ricevimenti dell’Hotel Roscianum, per feteggiare l’evento con il fatidico taglio della torta, alla presenza anche di molti cittadini e del Comitato un “Co-Ro” di Sì, e brindando, con ottimo spumante italiano, alla fusione tra i due importanti comuni della Piana di Sibari.

ANTONIO LE FOSSE
 

 

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 

INVIA ARTICOLO

Che tempo fa