Nell’assemblea programmatica regionale di stamani tracciati gli obiettivi per i prossimi mesi  
COSENZA  – Prosegue la fase organizzativa del movimento nelle province calabresi. Nuove sfide a sostegno delle vertenze dei territori con un unico grande obiettivo: continuare a rendere Il Coraggio di Cambiare l’Italia catalizzatore e megafono dei bisogni della gente rendendosi unica alternativa credibile tra gli estremismi, il movimentismo tout court ed il sistema partitocratico giunto ormai ad una fase di intolleranza sociale irreversibile. 

In questo contesto, dunque, la prospettiva del CCI non volge solo alle scadenze elettorali (tante e che interesseranno la vita democratica del nostro Paese e della nostra Regione nel prossimo anno e mezzo) ma soprattutto ad individuare, affrontare e porsi in prima linea di fianco ai territori – più di quanto non sia stato fatto finora – difronte alle grandi questioni che interessano la Calabria. È questo quanto scaturito dalla prima Assemblea programmatica regionale del 2018 de Il Coraggio di Cambiare l’Italia, tenutasi stamani (sabato 3 febbraio) presso la sala congressi dell’Ariha Hotel di Quattromiglia a Rende. A presiedere ai lavori, il presidente nazionale del movimento Giuseppe Graziano, coadiuvato da presidente onorario, Giuseppe Siciliani, e dal coordinatore regionale, Gianluca Bruno. Tra gli altri interventi, anche quelli dei soci fondatori Tonino Pizzini, Sergio Tursi Prato e Vincenzo Scarcello. In una sala folta e gremita, nella quale hanno preso posto gli amministratori espressione del CCI, i coordinatori delle cinque provincie calabresi, i coordinatori territoriali e cittadini dei diversi circoli sparsi sul territorio regionale, è stato tracciato il programma di massima che caratterizzerà l’azione politico-culturale del movimento nei prossimi mesi. Programmi ma anche consuntivi positivi rispetto ad un’organizzazione che in appena due anni di vita è riuscita a ramificarsi in tantissime aree della Calabria. Non è mancata nemmeno la puntualizzazione del presidente Graziano che ha chiarito la decisione di non essere tra i candidati alle prossime elezioni politiche del 4 marzo. Il Coraggio di Cambiare l’Italia – ha riferito Graziano – ha ricevuto un’offerta di candidatura da parte di Forza Italia e del Centro Destra per il collegio uninominale senatoriale di Crotone. La nostra controproposta, invece, è stata quella di poter concorrere nell’uninominale camerale di Corigliano-Rossano. Alla fine non si è riusciti a trovare un accordo congeniale alle due parti e per questo, insieme all’ufficio di presidenza del movimento, abbiamo deciso di non far parte della competizione elettorale. Nessun arcano – ha chiarito Graziano – nessuna improbabile esclusione. Certamente – ha poi aggiunto – in prospettiva delle prossime elezioni i cittadini si troveranno a scegliere tra il sistema partitocratico che ha ormai necessità di essere svecchiato dalla sua concezione, tra i pericolosissimi estremismi e tra il movimentismo di pancia. Ognuna delle tre scelte, obbligate, porterà con se un deficit di democrazia. Ecco perché, a partire da oggi, continueremo a lavorare con maggiore determinazione per garantire alla gente un’alternativa politica credibile che faccia leva sul movimentismo civico, riformista e che abbia idee chiare e concrete capaci di realizzare l’atteso cambiamento del governo della cosa pubblica. Innanzitutto – ha annunciato quindi il leader nazionale del CCI – partiremo dal dare ascolto e spazio all’interno della nostra organizzazione ai tanti movimenti territoriali che hanno chiesto di poter confluire nel Coraggio di Cambiare e, insieme a loro, avviare un’azione politica che parta proprio dall’affrontare le esigenze dei cittadini. Abbiamo dimostrato che il nostro movimento ha capacità per dare forza alle aspirazioni dei territori. E la realizzazione della nuova Città Corigliano-Rossano – ha concluso - nata anche grazie all’azione forte del CCI, ne è una grande testimonianza.

--Ufficio stampa - Il Coraggio di Cambiare l'Italia

 


Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

 

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 

INVIA ARTICOLO

Che tempo fa