Elezioni 2018, Chiarello lancia ufficialmente la candidatura

Un amministratore del territorio pronto a portare la voce del Basso Jonio in Parlamento
ROSSANO – Fra candidature extraterritoriali o di gente senza esperienza bisogna marcare la differenza e portare una proposta politica concreta in grado di soddisfare le molteplici e pressanti richieste dei cittadini. Non si può lasciare un territorio senza rappresentanza o, peggio, con rappresentanti non in grado di supportare le reali esigenze dello Jonio cosentino. 

C’è bisogno di esponenti giovani, formati, che abbiano esperienza amministrativa. Questa l’idea alla base della candidatura di Agostino Chiarello, ingegnere poco più che quarantenne e sindaco del comune di Campana.

Amministratore proveniente da un territorio difficile e scomodo, segnato dalla crisi economica e da una carenza infrastrutturale cronica che spesso pone a rischio di isolamento le zone montane. Idee chiare e precise, rimboccarsi le maniche per la propria terra e andare, se necessario, a sbattere i pugni e ad alzare la voce in quelle sedi istituzionali che sembrano sempre troppo lontane da queste terre. “Il mio è un programma con punti precisi e chiari” – ha detto Chiarello nel suo intervento – “ambiente, sviluppo, viabilità e lotta alle mafie sono i valori imprescindibili su cui baso la mia attuale attività politica e che conto di portare avanti. Il nostro territorio è stato scippato di tutto, è ora di invertire la rotta con una rappresentanza giovane e capace che non si lasci scavalcare dalla solita noncuranza politica”.

Durante la presentazione della candidatura, che ha avuto luogo sabato 10 febbraio nella sede rossanese di Insieme, alla presenza fra gli altri del sindaco di Cropalati Luigi Lettieri e del consigliere comunale di Calopezzati Teresa Anastasio, Chiarello si è soffermato non solo sulle criticità del territorio ma su quanto già è stato fatto per cercare di invertire la rotta. “Il mio impegno da sindaco in due anni è mezzo ha già dato una svolta al mio territorio, la mia azione all’interno del Parco Sila e con strumenti di sinergia fra comuni come il Gal ha permesso di aprire nuovi sbocchi e nuovo sviluppo. Attraverso azioni di marketing territoriale abbiamo fatto tanto, è il momento che anche la politica nazionale faccia la propria parte su trasporti e lavoro, e la mia candidatura va esattamente in questa direzione”.

Alla fine dell’intervento - preceduto da quello di Elisa Romano, candidata di Insieme per il proporzionale Camera Nord, e seguito da Luigi Incarnato, candidato all'uninominale nel collegio di Castrovillari e capolista di Insieme nel proporzionale Camera Nord, e a concludere quello di Ferdinando Aiello, candidato del Pd, al collegio uninominale di Corigliano - un brevissimo passaggio ironico sulle polemiche locali e circoscritte che lo hanno interessato negli ultimi giorni. “La mia candidatura dà fastidio, ma un primo risultato lo ha ottenuto: l’opposizione si è svegliata e ha iniziato a interessarsi di ciò che succede in comune. Posso dirmi già soddisfatto di questo”.

Durante la serata hanno preso la parola l'avvocato Assunta Trento, comitato Cariati di Insieme, Antonio Salone, dirigente nazionale Giovani Democratici e Franz Caruso, segretario provinciale del Psi calabrese.

0 awesome comments!

Il Blog di Rossano