• Home
  • Notizie
  • Politica
  • Alcuni punti di buon senso del programma di governo del Movimento Cinquestelle

Alcuni punti di buon senso del programma di governo del Movimento Cinquestelle

Trasporti: ridurre il trasporto su gomma ed aumentare quello ferroviario( con potenziamento delle ferrovie), razionalizzare il sistema degli aeroporti escludendo quelli nati per convenienze politiche e clientele e favorendo e incrementando quelli dove c’è potenzialità e di sviluppo del traffico merci e passeggeri.

Agricoltura: aiutare i produttori a sostenere i prezzi alla produzione( oggi colpiti dalla grande distribuzione) e difendere il paesaggio e il sistema idrogeologico nelle politiche agricole .Etichettatura completa di tutti i prodotti agricoli circa la provenienza e tutela delle eccellenze agricole anche in sede europea.

Energia: scoraggiare l’uso di benzina e gasolio e incoraggiare la mobilità elettrica ( un milione di auto elettriche entro alcuni anni) e le fonti rinnovabili con bonus che diano l’effettiva possibilità di godere dei benefici statali. Es. 50% dell’investimento del privato sul risparmio energetico( pannelli solari, infissi ecc..) che restituisca lo stato ai cittadini , possibilità per io cittadini di produrre energia elettrica con sistemi rinnovabili( fotovoltaico, vento ecc) e utilizzo dei terreni abbandonati per produrre energia rinnovabile. TURISMO: revisione delle leggi regionali che hanno creato contraddizione nelle politiche turistiche e politica unica di promozione dei beni culturali e ambientali sotto la direzione di un nuovo ministero del turismo dotato di un suo importante budget. Semplificazione delle normative e delle pratiche per le imprese turistiche e riduzione delle tasse(IVA e IMU e creazione di zone franche cioè con tassazione ridotta) per chi sviluppa turismo sostenibile cioè fatto con criteri di rispetto ambientale e di pieno utilizzo senza sprechi delle risorse.

BANCHE :separare le banche commerciali da quelle d’affari: solo le prime che non speculano potranno raccogliere i depositi e finanziare famiglie e imprese, creazione di una banca degli investimenti controllata dallo stato che finanzi le infrastrutture necessarie allo sviluppo del paese. Aumentare i controlli sulle attività bancarie, potenziando il ruolo della guardia di finanza , della magistratura e dell’antitrust e rendendo più trasparenti le ispezioni della banca d’Italia. Istituire una commissione nella Banca d’Italia dove entrino anche le associazioni dei consumatori con poteri effettivi di controllo . Digitalizzazione e unificazione dei sistemi di pagamento e aumenti delle pene per i reati finanziari e di usura.

SCUOLA . Riduzione degli alunni fino a un max di 22 alunni x classe , diffusione del tempo pieno e miglioramento della didattica in tutte le scuole anche attraverso un maggiore contatto tra insegnamento scolastico e territorio . Ripristino di alcune discipline( es. geografia) Abolite o penalizzate dai governi precedenti Introduzione dei libri digitali e maggiore uso delle tecnologie didattiche nella scuola. Impulso culturale e finanziario agli istituti tecnici in modo da formare giovani tecnicamente più preparati rispetto alle esigenze del mercato del lavoro. Valorizzazione del ruolo dei docenti e aumento degli stipendi ora troppo bassi rispetto alla media europea.

GIUSTIZIA: ripristino delle intercettazioni come strumento di indagine, che sono state limitate da recenti leggi, allargandone l’utilizzo a una platea di reati maggiore di quella attuale Per le pene brevi istituire la pena ai lavori di pubblica utilità. separazione netta tra politica e magistratura , chi entra in politica non può più fare il magistrato .Premi a chi collabora contro la corruzione. Revisione dell’istituto dell’appello( o seconda causa dopo la prima) in modo da eliminare le cause che hanno il solo scopo di arrivare alla prescrizione del reato.

FISCO Riduzione pressione fiscale attraverso revisione scaglioni - Riduzione del costo fiscale del lavoro su imprese - Revisione del sistema delle agevolazioni fiscali - Introduzione di regimi fiscali semplificati .

Reddito di cittadinanza: a chi è senza lavoro reddito garantito dallo stato( fino a quasi 800 euro) se ci si impegna in corsi di formazione o in lavori di pubblica utilità, fino a un max di 3 anni. Riduzione degli orari di lavoro attraverso aumento dei congedi parentali o familiari, aumento dei contratti di solidarietà per favorire l’aumento dell’occupazione .IMMIGRAZIONE: revisione del trattato di Dublino, stop a sbarchi illegali e ripristino di vie legali d’immigrazione controllata, aumento della cooperazione europea verso gli stati africani per migliorare le situazioni che provocano emigrazione incontrollata.

Questi sono solo alcuni dei punti del programma di governo del movimento cinquestelle che ognuno se vuole può approfondire su Internet.

FABIO MENIN

 

0 awesome comments!

Il Blog di Rossano