Il "No" al pozzo dentro i Laghi Sibari diventa definitivo
Per La senatrice del M5S Rosa Silvana Abate «la strada da seguire riguarda le osservazioni tecnico-scientifiche e non le aule dei tribunali. Il lavoro per il bene comune, se perseguito con determinazione e competenza, porta sempre a ottimi risultati».

 

Finalmente possiamo comunicare che il Ministero dell’Ambiente e della tutela del Territorio e del Mare, Commissione Tecnica di Verifica dell’Impatto Ambientale – VIA e VAS, con parere numero 2681 del 16/3/2018 ha confermato il parere negativo del 25/12/2017 in merito all’istanza di compatibilità ambientale del progetto “Perforazione del pozzo esplorativo “D.R. 74 AP/Liuba1 Or” presentato da Apennine Energy Srl.

 

Il progetto, come più volte segnalato in passato in diversi esposti, note stampa e osservazioni redatti dal Movimento 5 Stelle, avrebbe arrecato danni irreparabili a tutta l’area compresa tra la Sibaritide e il Golfo di Taranto. Zone dedite, soprattutto, a turismo ed agricoltura. Per fermare questo scellerato progetto sono state tante le azioni messe in campo dal M5S e che ci ha visto impegnati in tutti i fronti, ancor prima della nostra elezione del 5 marzo, segno del grande lavoro fatto già in passato per il territorio Calabrese, segno, soprattutto, di quanto faremo poiché impegnati su tutti i fronti.

 

Non possiamo assolutamente consentire che il nostro territorio possa essere piegato e distrutto da logiche che non appartengono assolutamente alla tutela dei cittadini, dell’ambiente e dell’interesse comune bensì ad interessi di politici che vanno incontro a multinazionali per meri fini economici.

 

Siamo molto soddisfatti del nostro lavoro. Il nostro impegno sarà sempre più forte e costante in particolare su queste tematiche, consapevoli che i diritti dei cittadini vanno difesi e tutelati. Il nostro lavoro, soprattutto, ha dimostrato che la strada da seguire per opporsi alle istanze di trivellazione passa per le osservazioni tecnico-scientifiche e non per le aule dei tribunali visto che quasi tutti i ricorsi sono stati persi dalle Regioni.

 

Determinanti per la negatività del parere espresso dal Ministero sono state le osservazioni redatte, in modo assolutamente volontario e gratuito, dall’avv. Silvana Rosa Abate, dalla dott.ssa Rosella Cerra, dal dott. Alessandro Melicchio, dal dott. Giuseppe Ferraro e dall’arch. Giovanni Battista Pisani. Altrettanto importanti sono state le iniziative di sensibilizzazione come manifestazioni, convegni (e qui un ringraziamento particolare va al dott. Ferdinando Laghi per la sua incondizionata disponibilità).

 

Rosa Silvana Abate – Portavoce M5S in Senato

 


Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

 

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 

INVIA ARTICOLO

 

Che tempo fa