“L'inizio è la parte più importante del lavoro.” Disse Platone,ma quando lavorare in un ambiente fatiscente ti fa iniziare male la giornata lavorativa allora tutto diventa deprimente. E’ da mesi ormai che al Comune ex Rossano si vive una situazione di assoluto disagio in diversi settori ed uffici,per via del fatto che le pulizie ordinarie e giornaliere sono solo un lontano ricordo.

 Cattivi odori fognanti,bagni sporchi,polvere dappertutto,ragnatele,mosche,zanzare,moschitos,topi e chi più ne ha ne metta,permeano gli ambienti lavorativi da diverso tempo il che, sta rendendo la situazione sempre più insostenibile da parte dei dipendenti che ci lavorano e che a giusta ragione lamentano il perdurare del disagio igienico sanitario,al punto che in qualche circostanza,sono stati questi ultimi ad imbracciare scope,stracci e quant’altro per cercare di rendere l’ambiente lavorativo più vivibile per loro stessi,ma soprattutto per i cittadini che ogni giorno inondano gli uffici comunali e che sono testimoni di quanto sta accadendo. “Non sappiamo più come bisogna intervenire e cosa fare”,sostengono i lavoratori amareggiati,”fin quando c’era la politica avevamo anche qualche interlocutore,ora invece siamo nel totale abbandono”,sostengono.”Ci auguriamo”commentano i dipendenti “che sua Eccellenza il Commissario possa prendere in considerazione anche questa problematica,che ci attanaglia da diversi mesi,per il buon funzionamento degli uffici e lo svolgimento regolare delle nostre mansioni”. La CONFIAL-DICCAP essendo sempre vicina ai lavoratori ed alle lavoratrici e per far si che vengano tutelati in ogni aspetto ed ambito lavorativo si è fatta carico di questa situazione incresciosa ed ha dato voce ai dipendenti che la lamentano.

CONFIAL-DICCAP sede Territoriale Rossano 

 


Commenti   

dipendente
0 #3 dipendente 2018-05-11 11:40
non si può assolutamente dare del bugiardo a chi ha una certa onestà intellettuale,la dipendente confonde le due cose(volutamente),"l'interlocutore" con le gravi condizioni igieniche che c'erano e che oggi sono ancora tali se non peggiori.Si è cercato di dare voce ad un problema che perdura da tempo,perchè il compito di un sindacalista è quello di tutelare i lavoratori ed il posto in cui lavorano,il resto lo lasciamo alla politica(o chi per essa),che sicuramente dovrebbe essere il garante principale di certe tematiche messe in evidenza nel succitato articolo.Dire il contrario di tutto è solo fuorviante e fazioso.
Citazione
dipendente
0 #2 dipendente 2018-05-11 09:53
la collega fraintende le due cose,il fatto che c'era "l'interlocutore" con lo stato di abbandono igienico-sanitario che c'è e che prima non era idilliaco,ma dare del bugiardo è inverosimile quanto depistante
Citazione
dipendente
0 #1 dipendente 2018-05-10 08:23
"FIN QUANDO C'ERA LA POLITICA AVEVAMO QUALCHE INTERLOCUTORE, ORA INVECE SIAMO NEL TOTALE ABBANDONO" è una grossa bugia, perchè c' era più "zozzo" di ora.
Citazione

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

 

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 

INVIA ARTICOLO

Che tempo fa