Edifici scolastici inagibili, si stanno perdendo 400 mila euro di fondi PAC. Il Comune ha tagliato il trasporto per gli studenti che vivono nelle periferie ma ha migliorato la posizione di dirigenti comunali e ha affidato incarichi legali esterni. 

Le risorse ci sono ma distribuite con logiche clientelari alle famiglie di politici di mestiere. C’è un ufficio stampa, pagato dal Comune, che lavora per un candidato a Sindaco. Adozione dei libri di testo, spesso celano traffici sospetti.

È quanto ha denunciato il candidato a Sindaco di #RossanoFutura Tonino Caracciolo nel corso dell’incontro, tenutosi lo scorso sabato 20 febbraio, in una gremita sala dell’ex delegazione comunale, finalizzato a definire il programma in vista delle elezioni amministrative previste nel mese di giugno.

Dopo il diritto alla salute e la questione, ancora irrisolta, degli alluvionati, si è parlato della qualità della scuola.

L’Ente – ha dichiarato Caracciolo – dovrebbe essere parte attiva nel migliorare l’offerta formativa. Dovrebbe aiutare le famiglie nella gestione del doposcuola. Ad oggi, molti disabili non hanno nessun tipo di supporto sia a scuola sia a casa. L’Ente – ha continuato –dovrebbe tagliare sulle consulenze esterne e sulle feste per garantire il diritto allo studio. #RossanoFutura ha l’obiettivo di realizzare una società che sia inclusiva, dove i luoghi siano accoglienti. Entrare in un istituto dove i giardini non sono curati, i muri sono sporchi, le lampadine pendenti dal tetto è sintomo di forte degrado riscontrabile – ha concluso – in quasi tutti gli istituti scolastici della città.

Potenziare il tempo pieno. Rimodulare la distribuzione degli istituti comprensivi (scuola dell’infanzia, scuola primaria e scuola secondaria di primo grado). Realizzare banche dati per pianificare il trasporto scolastico e per preparare le strutture ad accogliere gli studenti in base alla popolazione scolastica. Intercettare ed utilizzare, in sinergia con il Comune, i fondi comunitari. Istituzionalizzare incontri bilaterali e sottoscrivere protocolli d'intesa tra amministratori e scuole dell'obbligo. Convocare, almeno due volte all'anno, una conferenza dei servizi.Migliorare la comunicazione tra Comune e scuola. I dirigenti dovrebbero avere come principale interlocutore l’Ente con il quale confrontarsi e al quale avanzare le varie richieste di interventi. I consigli d’istituto andrebbero rafforzati perché hanno un ruolo fondamentale: individuare le necessità della scuola e proporre soluzioni ai problemi. Sono, questi, i contributi al dibattito offerti da Giuseppe Cesario (docente in servizio in Germania per conto del Ministero per gli Affari Esteri, ed attualmente presso l'Istituto comprensivo Rossano 1 intervenuto al dibattito) e Marinella Grillo (avvocato, genitore e presidente di consiglio d'Istituto). 

 

Proseguiranno, frattanto, gli incontri programmati da Rossano futura, quasta volta sul tema "conoscere per amministrare, coniugando esperienza ed innovazione". Il primo si terrà il 26 febbraio alle 19 nel centro storico, presso la sede del comitato in Corso Garibaldi (n° 88); il secondo è previsto l'11 marzo alle 19, presso la sede dello Scalo, in via Nazionale, al civico 180.


Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

 

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 

INVIA ARTICOLO

Che tempo fa