Due persone, Pietro Catalano, di 41 anni, e Giuseppe Barbieri, di 23, di Rossano, sono state arrestate dalla Polizia per incendio doloso. Ad ammanettare i due piromani, già noti alle forze dell’ordine, gli agenti del commissariato di Rossano che hanno svolto, sotto il coordinamento della Procura di Castrovillari, indagini serrate per risalire agli autori di alcuni roghi appiccati questa estate  la distruzione di ettari ed ettari di bosco e macchia mediterranea. 

Nello specifico, i due sono stati arrestati per un incendio che ha distrutto un’area boschiva di 1.500 metri quadrati posta a ridosso del torrente Citrea. Catalano e Barbieri, dopo la convalida, sono stati portati in carcere. I dettagli dell’operazione sono stati illustrati stamani dal Procuratore di Castrovillari Eugenio Facciola, dal Questore di Cosenza Giancarlo Conticchio e dal dirigente del commissariato rossanese Raffaele De Marco. “Non è solo un problema di incendi – ha detto Facciolla – ma, ovviamente, di tutta una serie di interessi economici. Per fortuna  il mio ufficio, già nei mesi scorsi, aveva attivato indagini e non ci hanno colto alla sprovvista i fenomeni che abbiamo registrato quest’estate. Siamo fiduciosi di fare chiarezza quanto prima su quello che è accaduto. Ci vorranno 50 anni per rispristinare tutto quello che è andato perso, ed è ciò che c’è dietro gli incendi che muove tutta una serie di interessi economici”. 

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 

INVIA ARTICOLO

Che tempo fa