Momenti di tensione si sono vissuti a Rossano centro dove alcuni operai addetti al verde pubblico, questa notte (precisamente alle ore 2), sono saliti sul tetto del Comando della Polizia Municipale per chiedere una soluzione, dopo 10 giorni di protesta civile dinanzi al Palazzo di Città in Piazza SS. Anargiri, in merito alla loro vicenda lavorativa. Questi, da oltre un anno e mezzo, sono senza lavoro. 

Sul posto, oltre a tutte le forze dell'ordine (Polizia di Stato, Digos e Carabinieri del centro storico), i Vigili del Fuoco del Distaccamento di Rossano, i quali hanno collocato un materasso gonfiabile sotto il luogo della protesta in cui qualche operai ha minacciato di lanciarsi dal tetto, ed i sanitari della Misericordia di Trebisacce. Grazie all'intervento del Vice-Questore aggiunto del Commissariato di Rossano, il dott. Giuseppe Massaro, si è riuscito a trovare una mediazione con gli operai convincendoli a scendere dal tetto per incontrare, nella sede comunale, il Commissario Prefettizio: il dott. Domenico Bagnato. Presente all'incontro anche il sindacalista Luciano Campilongo (UIL). Si è trovato, al momento, un concordato per i prossimi tre mesi. Si apre, dunque, uno spiraglio per i 12 operai che, da qui ai poco, torneranno a lavorare, non appena sarà assegnata la gara d'appalto, per sostenere le proprie famiglie. I tre lavoratori saliti sul tetto, questa notte, una volta scesi sono stati visitati immediatamente dai sanitari della Misericordia di Trebisacce a bordo della loro ambulanza di servizio. Una vicenda, per fortuna, terminata a lieto fine con il sollievo di tutti e, soprattutto, dei familiari degli stessi operai preoccupati per qualche gesto insano, vista la totale disperazione, da parte dei loro cari.

ANTONIO LE FOSSE

 

 


Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

 

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 

INVIA ARTICOLO

Che tempo fa