Dopo la positiva parentesi di Coppa Italia, l’Odissea 2000 si rituffa nel clima campionato in attesa della partita casalinga contro la Fata Morgana. Una gara che a dispetto della classifica (la squadra reggina è penultima) potrebbe presentare delle insidie e non solo sotto l’aspetto dell’approccio e della concentrazione.

I gialloblù potrebbero risentire delle fatiche di Coppa, la sfida contro il Futsal Isola è stata molto dispendiosa di energie mentali e fisiche. Da Fiumicino, inoltre, sono tornati acciaccati i tre brasiliani Nelsinho, Rocha e Sapinho; mentre Russo ha riportato un infortunio al ginocchio del quale se ne sta valutando l’entità (il centrale, in ogni caso non sarebbe stato della partita in quanto squalificato).
Della spedizione in terra laziale ha fatto parte il ventenne Samuele Calarota, che conferma quanto sia stata dura la battaglia al “PalaDanubio”.
“Veniamo da una prestazione molto faticosa sotto tutti i punti di vista – ha esordito il laterale gialloblù – in settimana abbiamo svolto un programma di allenamenti specifico per il recupero delle energie. Sabato saremo pronti per l’incontro con la Fata Morgana, vogliamo continuare a far bene anche in campionato, conquistando i tre punti e facendo divertire il nostro pubblico”.
Dei rischi che si possono correre a giocare contro una formazione, sulla carta, più debole, parla un altro giovane calcettista rossanese, classe ’92, Antonio Ambrosio.
“Nonostante il divario in classifica non sarà una partita facile – ha affermato Ambrosio – loro, non avendo nulla da perdere, verranno a Rossano a giocare con la massima tranquillità e con l’intento di metterci in difficoltà. Dovremo essere bravi a concentrarci esclusivamente sull’obiettivo vittoria”.
I due talenti di casa, dopo aver fatto tutta la trafila nelle giovanili nel club bizantino, in questa stagione sono stati aggregati alla prima squadra, un’esperienza che giudicano altamente formativa.
“Prima di tutto voglio ringraziare la società per avermi dato la possibilità di allenarmi e di giocare con grandissimi calcettisti come quelli che compongono il nostro roster – ha detto Calarota -. E’ un’esperienza unica e un’occasione di crescita per me e per i tanti giovani che orbitano intorno al team”.
“Sottoscrivo appieno quanto detto da Samuele – ha proseguito il compagno di squadra – aggiungo che per noi è una grande fortuna stare a contatto con giocatori di questo calibro da cui possiamo imparare tanto sia in campo che fuori. Lavoriamo con grande passione e dedizione con l’obiettivo di migliorarci per poter essere il futuro di questa società”.

L’appuntamento per l’incontro tra Odissea 2000 e Fata Morgana è per sabato 2 febbraio, presso il PalaEventi, alle ore 16,00. 

                                                                                        Pierluigi Noce
                                                                                      Addetto Stampa