Non ha tradito le attese il derby tra Odissea 2000 e Fabrizio che hanno dato vita a quaranta minuti di grande battaglia tattica e agonistica che, alla fine, ha premiato il maggior tasso tecnico ed il grande cuore messo in campo dai padroni di casa. Un successo che allunga la striscia positiva della formazione gialloblù,

arrivata a sette, e conferma la legge del PalaEventi dove nessuna squadra (eccetto l’ex capolista Policoro che ha strappato un pareggio in extremis) è riuscita ad uscirne imbattuta. Come dicevamo gli ingredienti per assistere ad un derby di quelli tosti c’erano tutti: la sana rivalità tra club che da anni si sfidano nei vari campionati a cui partecipano, due squadre votate a vincere, un ex allenatore dell’Odissea sulla panchina del Fabrizio, lo “scontro” tra ex compagni di squadra, nonché amici da sempre, Richichi e Martino ed una cornice di pubblico (circa 800 spettatori di cui un centinaio ospiti) come raramente si vede nel calcio a 5. E così è stato.
Come previsto il duo tecnico di casa Nelsinho e Labonia deve fare i conti con infortuni e squalifiche per allestire il quintetto di partenza: Miglioranza è out per squalifica, mentre Russo prova fino all’ultimo minuto di riscaldamento, ma si deve arrendere al dolore al ginocchio che lo costringe a dare forfait. Dall’altra parte, invece, mister Madeo può contare sull’intera rosa a sua disposizione.
La partenza dell’Odissea è fulminante, passano soltanto 19 secondi e Nelsinho servito da un assist al bacio di Richichi piazza il destro vincente. Il gol del vantaggio dà la possibilità ai calcettisti di casa di controllare la partita, mentre l’incombenza di farla passa agli avversari. Il Fabrizio allora cerca con pazienza di aggirare la difesa gialloblù che controlla con tranquillità gli attacchi portati da Schiavelli e Lovatel. I padroni di casa, però, quando ripartono mettono i brividi a Martino: Sapinho, Rocha e Nelsinho per poco non trovano la rete del raddoppio. A metà della prima frazione di gioco altra tegola per l’Odissea, Sapinho dopo una conclusione dalla distanza si infortuna leggermente ma vista la situazione di emergenza resta in campo. I due gol che chiudono il primo tempo arrivano al minuto 15. Prima pareggia Lovatel che finalizza uno schema su punizione con un preciso rasoterra, 20 secondi dopo Rocha ristabilisce le distanze segnando il 2 a 1 su assist di Nelsinho.
Nella ripresa la partita si accende sin dalle prime battute. Parte meglio l’Odissea che con Rocha (due volte) e Richichi sfiora la terza segnatura. Il Fabrizio risponde con un contropiede di Dentini che tira a botta sicura, ma viene fermato da uno strepitoso intervento di Soso. Sull’altro fronte Martino, su tiro di Richichi, e la traversa colpita da Rocha, salvano la porta del Fabrizio. Fabrizio che all’11’ e 16’’ trova il gol del pari: Sapinho in evidente difficoltà per l’infortunio perde palla sulla propria tre regalando a Perreira la possibilità di trafiggere Soso. Pur ripresa nel punteggio per la seconda volta, l’Odissea non demorde e torna ad attaccare, dopo aver salvato la propria rete su la doppia conclusione di Rocha e Richichi, Martino deve capitolare su un tiro dell’”amico” reggino. La rete scatena le proteste della squadra e dei componenti della panchina ospite che reclama perché, secondo la loro interpretazione, l’arbitro non fa rientrare un giocatore fuori dal campo dopo essere stato medicato. Sembra piuttosto proprio una indecisione della panchina che non è stata pronta a chiedere il cambio. La tensione sale alle stelle e ne fanno le spese in ordine di tempo il dirigente Forace, Schiavelli e l’allenatore Madeo.
Le emozioni si protraggono fino al fischio finale con entrambe le squadre che hanno la possibilità di segnare, Martino e Soso, però, diventano baluardi inespugnabili. Il primo salva su Sapinho e Richichi; il collega gialloblù prima viene salvato dalla traversa su tiro di De Mello, poi, compie una paratona su un’altra conclusione del calcettista brasiliano salvando il risultato.      
   ODISSEA 2000 ROSSANO – FABRIZIO  3 – 2 ( 2 – 1 p.t.)

ODISSEA 2000 ROSSANO: Soso, Sapinho, Rocha, Nelsinho, Richichi, Apprezzo, Calabretta, Ambrosio, Labonia, Siciliano, Sapia, Sicilia. All. Nelson-Labonia

FABRIZIO: Martino, Schiavelli, Lovatel, Dentini, De Mello, Caravetta, Morrone, Perreira, Sibilia, Vangieri, Varcasua, De Luca. All. Madeo.

ARBITRI: Pennetta e Frisenna (Pescara). CRONO: De Amicis (Avezzano).

MARCATORI: 19’’ p.t. Nelsinho, 15’03’’p.t. Lovatel, 15’23’’ p.t. Rocha, 11’ 16’’ s.t. Perreira, 15’ 02’’ s.t. Richichi.

AMMONITI: Richichi, Schiavelli, De Mello, Perreira, Martino, Calabretta.

ESPULSI: Schiavelli per doppia ammonizione, Forace (dirigente del Fabrizio) e Madeo (all. Fabrizio) per proteste.

  
 
                                                                                   Pierluigi Noce
                                                                                 Addetto Stampa