Noi lavoratrici licenziate sentiamo il dovere di far seguito alle dichiarazioni riportate sul blog di Rossano dal Presidente della Cooperativa Magnolia. Riportiamo, semplicemente, quanto stabilito dal Giudice del lavoro del Tribunale di Rossano, Dottoressa Angela Ferrara sui licenziamenti effettuati dalla Cooperativa in data 27.2.2012:

”Accerta la condotta antisindacale della società convenuta consistita nella violazione dell’articolo 4 co. 9 legge 223/1991 e ordina alla società convenuta la rimozione degli effetti mediante l’immediata reintegrazione di tutti i lavoratori licenziati nel proprio posto di lavoro”. Il provvedimento del Giudice è ad oggi valido a tutti gli effetti di legge fino a nuova sentenza; di fatto, la Cooperativa non l’ha rispettata. Noi lavoratrici licenziate più volte, alla presenza delle Forze dell’Ordine e dell’Ufficiale Giudiziario abbiamo offerto la nostra prestazione lavorativa ricevendo dalla controparte sempre un diniego. E’ acquisito in atti giudiziari che la Cooperativa non ha mai fornito al Giudice la prova della avvenuta reintegrazione o del pagamento delle retribuzioni spettanti a comprova del rispetto della decisione del Giudice. Non siamo mai state reintegrate e non abbiamo mai ricevuto né retribuzioni, né contribuzioni. Per questo motivo abbiamo denunciato la Cooperativa per il reato di cui all’articolo 650 codice penale e per le competenze maturate alla Direzione Territoriale del lavoro ed alla Procura della Repubblica. La legalità tanto decantata dalla ditta dovrà essere dimostrata davanti alle Autorità competenti. A seguito della denuncia all’Ispettorato del lavoro lo stesso con propria comunicazione prot.n.4152 del 05.02.2013 ha comunicato che: “a seguito degli accertamenti effettuati da un funzionario di questa Direzione e da funzionari dell’INPS di Cosenza, sono stati recuperati i contributi previdenziali in favore dei lavoratori illegittimamente licenziati in data 27.2.2012, nonché adottati i provvedimenti di legge relativamente all’inottemperanza alla sentenza del Tribunale di Rossano del 21.7.2012. Di ogni altro fatto segnalato è stata informata la competente Autorità Giudiziaria”. Possiamo in qualsiasi momento esibire la voluminosa documentazione di denunce e comunicazioni della autorità competenti che hanno sanzionato i comportamenti della ditta. Esprimiamo la nostra incondizionata fiducia ed approvazione nell’operato del nostro Sindacato ed invitiamo tutte le parti in causa a ripristinate la legalità ed a rispettare i nostri diritti e la nostra dignità.

Rossano lì 06.03.2013        LE LAVORATRICI LICENZIATE ILLEGITTIMAMENTE DALLA COOPERATIVA MAGNOLIA