I sindaci del comprensorio della Sibaritide-Pollino e dell’Area urbana Corigliano-rossano, riuniti nella sala Giunta del Palazzo di Città, nel Centro storico, sotto la presidenza del primo cittadino di Rossano, Giuseppe Antoniotti, e alla presenza dei rappresentanti delegati della Commissione Prefettizia del Comune di Corigliano Calabro, hanno sottoscritto lo scorso mercoledì 6 marzo 2013 una diffida per il Commissario straordinario per il superamento dell’Emergenza ambientale in Calabria.

Assenti i sindaci del basso Jonio cosentino. Antoniotti: L’assenza dei sindaci del basso Jonio per me è un affronto. Non sono io che ho gestito e gestisco l’impianto di Bucita. Rossano è sede di due discariche dove negli anni hanno abbancato tutti i comuni del territorio e non solo e per questo non ho avuto la minima solidarietà. Se i sindaci del basso jonio fossero stati presenti in massa, avremmo dato voce ad una protesta di grandi proporzioni considerato il supporto avuto in questa vicenda dai sindaci dei paesi Arbereshe, del Pollino e della Sibaritide, oltre che dell’Area urbana.