L’esposizione ha registrato il giudizio positivo della nota critica d’arte Maria Rita Barletta
Le opere d’arte dei 100 pittori hanno trasformato lo scorso week-end  (3 e 4 AGOSTO) il lungomare di Rossano in un museo cielo aperto.  Un colpo d’occhio di luce e di colore fantastico ha conquistato i passanti,   che si sono fermati in massa ad ammirare le tele.

Una due giorni di arte e cultura promossa dall’ASSOCIAZIONE INTERNAZIONALE CENTRO ARTE CLUB  di ERCOLINO FERRAINA in sinergia con la PROLOCO ROSSANO LA “BIZANTINA”  presieduta da FEDERICO SMURRA e con il patrocinio dell’Assessorato al Turismo guidato da GUGLIELMO CAPUTO.  Mission della mostra  era appunto quello di avvicinare l’arte alla gente. Scendendo in  strada gli artisti si sono messi in gioco,  accettando i commenti e i complimenti dei passanti.

All’esposizione ha partecipato la nota critica d’arte Maria Rita BARLETTA, pittrice e modella romana che nel corso della serata si  è intrattenuta a visionare ed osservare con spirito critico e costruttivo tutti gli artisti e le opere dei partecipanti.
La critica d’arte ha dichiarato: “ Come in una cornice dorata, il Maestro Ercolino FERRAINA ha voluto racchiudere, con una mostra di “100 pittori” svoltasi sul lungo mare di Rossano, l’essenza del bello dell’arte portandola tra la gente attraverso la partecipazione di Artisti giovani e meno giovani. Immersi in un’atmosfera quasi fiabesca, fra le luci soffuse, il chiarore delle stelle e il dolce rumore delle onde del mare, questi artisti hanno portato le loro opere; ognuno con il proprio bagaglio di esperienze, ognuno diverso nel suo genere”.
Continua la nota critica d’arte riferendosi agli artisti che hanno esposto sul lungomare: “ Hanno messo a nudo la propria anima esprimendo su ogni tela sogni, emozioni e i propri stati d’animo, la propria creatività usando colori e materiali differenti tra loro e unici nel proprio genere. Con un linguaggio quasi impercettibile e silenzioso, ogni Artista ha mostrato le proprie opere con amabile semplicità e modestia, portando la propria arte ed esperienza sulla strada, là dove può nascere un vero dialogo tra la gente e l’arte, con quell’impatto immediato e reciproco che riesce a trasmettere ed esprimere, a chi lo sta ammirando, emozioni che arricchiscono l’animo umano ed esaltano la bellezza quasi impalpabile dell’essere. Ringrazio il Maestro FERRAINA e tutti i pittori che hanno partecipato alla mostra, per avermi regalato, in un’atmosfera così surreale, emozioni che ricorderò e conserverò nel mio cuore come delle dolci note che scorrendo sul pentagramma danno vita ad una melodia unica e irripetibile”.

Articoli correlati