Ebbene, l’agonia è finita! Ecco i nostri politici di cosa sono stati (in)capaci! Il caro Ministro Cancellieri, dopo dichiarazioni, visite e rassicurazioni ha preso letteralmente per il culo (mi sia consentito il termine) un’ intera comunitá. Purtroppo ci siamo messi nelle mani di autentici nani della politica, ma lo sono tutti oggi in Parlamento, fatto di rappresentanti senza rappresentanza, peRennemente grati al segretario di partito di turno per lo scranno parlamentare agognato ed ottenuto.

Chi si assumerá ora la responsabilitá di cotanto scempio? Giá, perchè qualcuno la responsabilitá è necessario che la assuma. Intanto tutti i parlamentari calabresi, nazionali e regionali, nessuno escluso, i quali hanno avuto il coraggio di essere fiduciosi e speranzosi ottenendo il nulla totale, addirittura bipartisan… e sì! perchè sono stati talmente bravi da non ottenere niente persino da un governo cosiddetto “delle larghe intese”. Taluno nei giorni passati  pare abbia intuito la buona volontá del ministro dallo sguardo! On.le Bossio si dimetta! E poi le istituzioni locali, di destra e di sinistra, provinciali e regionali… Il nostro Presidente Scopelliti, poi, venne qui a Rossano qualche giorno fá, sprizzando fiducia da tutti i pori, col risultato di essere preso per il culo anche Lui; oppure sapeva e dunque taceva. Infatti, è impensabile che il governatore di una regione, che possiede il peso politico di un ministro, sia stato menato per il naso e mortificato in questo modo. E la sua reazione? Correrá dal ministro Cancellieri seguito dai parlamentari calabresi per dirle cosa ne pensa di Lei, sbattendo qualche pugno sul tavolo ministeriale? È troppo pretendere questo?
DI-ME-TTE-TE-VI tutti ! Assumetevi le vostre responsabilitá, tirate fuori le palle e rinunciate ai vostri lauti ed immeritati incarichi! E Lei, caro Sindaco, avrá il coraggio di “ordinare” ai mezzi comunali il blocco della ss106 a tempo indeterminato, ovviamente seguito da centinaia di cittadini, io il primo, altrimenti si dimetta unitamente agli altri sindaci del circondario!!!!
Cari Colleghi, servono azioni forti! Basta astensioni che non interessano a nessuno. Ne abbiamo fatte a iosa col solo risultato di darci la zappa sui nostri stessi piedi, come tutti anche noi abbiamo il diritto/dovere di lavorare.
E’ ora di dire basta! O azioni forti, decise ed eclatanti oppure ci si rassegni e si vada a Castrovillari.
Sandro Sapia