Rossano, 7 Settembre 2013. È ormai iniziato l’ottavo giorno di sciopero della fame. Inutile non ammettere che siamo provati, stanchi nel fisico e nel morale. Il decreto farsa annunciato l’altro ieri dal Ministero ha confermato quello che diciamo da giorni con tremenda amarezza: viviamo in un paese le cui istituzioni sono in pieno stato confusionale,

distanti dalle comunità e ignoranti rispetto alle conseguenze dei loro provvedimenti. Il comunicato ha generato in tutti quanti noi, decine di persone che da settimane presidiano il tribunale 24 ore su 24, disorientamento e perplessità.
LEGGI TUTTO