Oltre la Cronaca Nera. E, soprattutto, oltre i peggiori luoghi comuni. Un omicidio colora di sangue un’alba estiva dalle parti di Contrada Fabrizio in agro di Corigliano Calabro. Il piombo delle armi lascia per terra, senza vita, il corpo di uno straniero. Già, uno straniero: la gente del territorio digerisce in fretta anche quest’orrore.

“Finché si ammazzano tra di loro” – è il ritornello usato come commento. Il dolore, però, è uguale al di là di chi sia e cosa faccia la vittima. A volte la Sibaritide non sa più ascoltare il cuore, non sa vedere tutto in un fatto. La Pietà umana pare essere emigrata via anch’essa, al pari di tanti altri calabresi fuggiti via per la disperazione e per un lavoro… stranieri, pure loro, altrove!
GUARDA VIDEO