Un tavolo tecnico allo scopo di esplicitare in tutti i suoi aspetti la delicata posizione dei lavoratori agricoli dal basso Ionio cosentino, verso i quali l’Inps non vuole riconoscere lo status di lavoratori agricoli perché appartenente a cooperativa “senza terra”, si è tenuto questa mattina presso la Prefettura di Cosenza.
L’incontro voluto dal Presidente dell’Amministrazione Provinciale di Cosenza, Mario Oliverio, era stato sollecitato dal Sindaco di Crosia, Gerardo Aiello, dalle Organizzazioni Sindacali di categoria Cia e Confagricoltura, nonché dagli imprenditori e lavoratori agricoli che stanno vivendo questa strana situazione.
Il Prefetto di Cosenza, dott. Giancarlo Tomao, accogliendo la richiesta del Presidente Oliverio, ha convocato attorno ad uno stesso tavolo lo stesso Oliverio, il sindaco Aiello, i rappresentanti sindacali ed una rappresentanza di imprenditori e lavoratori.
Nel corso dell’incontro, definito dai partecipanti abbastanza proficuo, le parti hanno informato il rappresentante governativo della situazione paradossale che da tempo vivono questi lavoratori. In pratica altre sedi Inps del territorio calabrese, tra queste quella di Cosenza, sta usando comportamenti completamente diversi da quelli tenuti dalla sede di Rossano che, purtroppo, è stato sottolineato si è chiusa a riccio non volendo aver alcun tipo di rapporto con questi lavoratori.
Il Prefetto Tomao ha raccolto le istanze e si è impegnato ad incontrare nel breve periodo, già forse domani, i rappresentanti della sede Inps di Rossano, allo scopo di conoscere le motivazioni dell’Ente rispetto a questo comportamento, dopodiché, con ogni probabilità già nei primi giorni della prossima settimana, verrà riconvocato, sempre in prefettura il tavolo tecnico per avere un quadro abbastanza chiaro della situazione.
Alla luce dell’incontro odierno imprenditori e lavoratori agricoli hanno sospeso la giornata di mobilitazione in programma domani, in attesa degli eventi.
In questa fase è giusto sottolineare la sensibilità mostrata, ancora una volta, dal Presidente Oliverio che di fronte ad una vicenda dai chiari risvolti sociali ed economici non ha perso tempo per richiedere un incontro al Prefetto.
Riguardo la vicenda in se è giusto sottolineare come nel caso specifico è giusto che le leggi vengano applicate nei confronti di chi le ha violate, però non è giusto fare di tutta l’erba un fascio. 

                                                                   Consigliere Provinciale
                                                                     Luciano Manfrinato

Cosenza 22.10.2013