La Cisl Zonale e le sue Associazioni dell’Area Urbana, a seguito di un incontro tra dirigenti sindacali, svoltosi giorno 29 gennaio nel salone della Cisl di Rossano, aderisce con interesse all’ipotesi della fusione dei comuni di Rossano e Corigliano Calabro. Poche settimane addietro, abbiamo costituito l’Associazione Giovani Cisl Area Urbana Rossano-Corigliano

convinti che la prospettiva futura è il cambiamento, cioè percorrere la strada di unificare le due realtà municipali, iniziando sin da subito ad avviare una proficua discussione in merito, coinvolgendo di più i giovani delle due realtà comunali. Il grande centro urbano ha sicuramente davanti a sé un percorso molto lungo e tortuoso; pur tuttavia, se si vuole rilanciare questo territorio, occorre partire da una iniziativa che coinvolga tutti i soggetti interessati, affinché ognuno dia il proprio contributo in termini concreti. Convinti di un nuovo risveglio culturale, ribadiamo la nostra condivisione ad una strategica idea di coinvolgere associazioni, movimenti e istituzioni, per avviare questo nuovo e interessante progetto di unica municipalità. La Cisl Zonale, pertanto, aderisce e propone di avviare un percorso di sensibilizzazione nelle scuole e tra i giovani, per rimarcare la storia dei comuni interessati e, nello stesso tempo, approfondire la necessità di cambiare rotta per realizzare un futuro migliore. Più collaborazione e più concertazione. Le due Amministrazioni possono iniziare immediatamente, partendo sia dalle infrastrutture di proprietà al fine di avviare progetti intercomunali finalizzati a valorizzare i prodotti, le eccellenze e i comparti produttivi dell’Area Urbana, come l’agroalimentare e la pesca e, sia dalla grande opportunità per imprese e giovani, legata alle agevolazioni della Zona Franca Urbana che riguarda Rossano e Corigliano Calabro, e infine dalla realizzazione della futura struttura ospedaliera della sibaritide. È necessario inoltre, come abbiamo sollecitato qualche mese addietro, non restare impassibili di fronte al triste bilancio di episodi di lutto, lungo le strade del nostro territorio, partendo magari dall’ammodernamento che interessa il tracciato ricadente nei comuni di Rossano e Corigliano Calabro, tratto stradale, fra i più pericolosi d’Italia per numero incidenti per kilometro. È necessario pieno sostegno a tutti i livelli, affinché il nuovo comune, oggi Area Urbana Rossano-Corigliano, riconquisti centralità nell’agenda politica regionale, per costruire adeguate strategie di crescita economica e sociale.

Ufficio Stampa Cisl Rossano