Tanti fedeli, dalle prime ore del mattino e nonostante il clima invernale, hanno preso parte alla Via Crucis vivente nel centro storico bizantino. Un evento religioso in cui il devoto di turno, il venerdì santo, porta in spalla la croce percorrendo le XIV stazioni dove si rivivere la Passione di Cristo condannato a morte e crocifisso.
{vsig}viacrucis{/vsig}

Quattro le parrocchie in giro per il borgo antico: SS. Addolorata(foto1), San Nilo(foto2), San Bartolomeo(foto3) e San Domenico(foto4). In serata, invece, si parteciperà alla tradizionale Processione dei Misteri con l’uscita (alle ore 18:30), dalla piccola chiesa dell’Addolorata di fronte alla Cattedrale, delle diverse statue che rappresentano la Passione di Gesù. Il centro storico, per l’occasione, si riempie di tanta gente per assistere, con fede e devozione, alla consueta processione del venerdì santo. Sabato santo, dopo la giornata di preghiera dinanzi al Cristo deposto nella chiesa dell’Addolorata (dalle ore 10 alle ore 20), si darà vita, dalle ore 22, alla veglia pasquale all’interno della Cattedrale. La santa messa, quest’anno, sarà presieduta da S. E. Mons. Antonio Ciliberti (Vescovo emerito della diocesi di Catanzaro-Squillace), in attesa della nomina del Santo Padre del nuovo Vescovo della diocesi di Rossano-Cariati, dopo l’incarico affidato a S. E. Mons. Santo Marcianò nominato Ordinario Militare d’Italia, in cui, al momento, l’importante e storica sede arcivescovile rimane, tuttora, vacante.
ANTONIO LE FOSSE