L’allenatore: per motivi familiari devo tornare in Brasile. 
L’Odissea 2000 Rossano C5 comunica che mister Nelsinho ha rinunciato al rinnovo per la stagione 2014/2015, incarico che gli era stato già affidato dalla società bizantina. Alla base della decisione di Nelsinho ci sono seri motivi familiari che lo costringono a  tornare in Brasile. Il sodalizio gialloblù, preso atto delle motivazioni che hanno spinto l’ormai ex allenatore gialloblù a prendere questa scelta, nei prossimi giorni provvederà alla riorganizzazione dei quadri tecnici.

La società ringrazia Nelsinho per la professionalità, la disponibilità e la correttezza dimostrata in questi anni di permanenza nel club: come uomo, come calcettista e come allenatore. Tre stagioni indimenticabili costellate da due promozioni, alle quali Nelsinho ha contribuito in maniera determinante, che hanno consentito all’Odissea 2000 di arrivare fino alla serie A2. La dirigenza rossanese augura a Nelsinho e alla sua famiglia le migliori fortune.

Dispiaciuto per la scelta obbligata è lo stesso mister Nelsinho.
“Mi dispiace tantissimo dover rinunciare al rinnovo propostomi dall’Odissea 2000, ma, la famiglia ha la priorità su tutto il resto – ha affermato -. A Rossano ho vissuto anni meravigliosi sia dal punto di vista umano che sportivo. In questa città mi sento di casa, basti pensare che qui è nata mia figlia e qui ho preso la cittadinanza italiana. Ringrazio Luigi Marino, Diego Lapietra, Giovanni Aloe e Cataldo Speranza che mi hanno concesso l’opportunità di vivere questa straordinaria esperienza. Un grazie a tutte le persone che ho conosciuto in questi anni: amici, tifosi, giocatori, componenti della società, colleghi. Ognuno di loro ha lasciato qualcosa dentro di me (non faccio i nomi perché l’elenco sarebbe lunghissimo). E’ stata un’esperienza meravigliosa che resterà per sempre tra i ricordi più belli della mia vita. Auguro a questa società – ha concluso Nelsinho – un radioso futuro”.       
 

                                                                                                      Pierluigi Noce                     
                                                                                                     Addetto Stampa