Registriamo ns malgrado la nuova e ripetuta situazione di difficoltà nei pagamenti del Comune di Rossano ai 150 lavoratori Lsu Lpu. Purtroppo siamo alle solite. Ormai ogni mese verso gli ultimi giorni i lavoratori stanno col fiato sospeso per sapere se potranno far fronte alle anche più elementari necessità loro e delle loro famiglie. Molti tra l’altro monoreddito non riescono a resistere anche solo con pochi giorni di ritardo nel pagamento mensile.

Chiediamo con forza all’Amministrazione di provvedere alla regolarizzazione dei pagamenti mediante tutte le modalità che si vogliano mettere in atto. Dalla costituzione di un fondo ad hoc sino ai rapporti con la Regione che, per fortuna, tranne le mensilità ultime del 2013, ha saldato quasi mensilmente le spettanze agli enti utilizzatori nell’anno in corso. Pertanto, se Sindaco e amministratori confermano, come più volte ribadito pubblicamente e negli incontri sindacali, che i 150 Lsu Lpu del Comune sono da equiparare ai dipendenti, nel regolare pagamento mensile passa l’affermazione concreta di tale dichiarazione di principio. Si faccia in modo che il sindacato non sia costretto a chiedere, quasi fosse un regalo, il riconoscimento dei diritti dei lavoratori. La rappresentanza va rispettata nei modi e nella forma anche di interlocuzione tra le parti. I lavoratori attendono risposte concrete e rapide e sono disposti ad intraprendere ulteriori forme di mobilitazione se non dovessero arrivare notizie in merito. Come sindacati chiediamo quindi al Sindaco di voler convocare con la massima urgenza nei prossimi giorni un incontro per affrontare tutte le problematiche dei lavoratori precari a partire dai pagamenti.

Comunicato unitario Nidil CGIL Felsa CISL e UIL Temp su Lsu Lpu di Rossano.

Ferrone – Tripoli – Piterà