Il Sindaco Antoniotti scrive al presidente della Filmaker Italia, Luca Fortino.
 Promozione del patrimonio culturale cittadino, l’idea di un docu-film sulla storia del Codex Purpureus Rossanensis potrebbe diventare presto realtà. L’idea, lanciata nelle settimane scorse dal Sindaco Antoniotti durante l’incontro in Comune con l’associazione Ali Libere e con protagonisti e testimonial del corto umanitario, girato in Città, “Silent Night”, ha entusiasmato il regista e produttore Luca Fortino.

Già a lavoro per redigere la prima bozza della sceneggiatura. Un progetto cinematografico affascinante e ambizioso che mira a rilanciare, su larga scala, l’immagine del monumento simbolo, per unicità e pregevolezza, di Rossano Città del Codex.

Entusiasta il Primo cittadino Giuseppe Antoniotti che ha scritto alla Filmaker Italia, presieduta da Luca Fortino, che nei giorni scorsi, insieme al presidente dell’Associazione Ali Libere, Anna Patrizia Uva, hanno avanzato una prima proposta programmatica per la produzione cinematografica di un film  sull’evangelario purpureo.
   
Ho accolto con estremo entusiasmo il contenuto della proposta del regista Luca Fortino – esordisce il Sindaco – e dunque la volontà della FilMaker Italia di voler percorrere l’idea di una produzione cinematografica incentrata sulla Storia e le radici del Codex Purpureus Rossanensis, il più importante e prezioso monumento custodito dalla nostra Città. Che, insieme alle numerose testimonianze storiche, contribuisce a costituire il più ampio e maestoso patrimonio culturale custodito nel nostro territorio. Prossimamente, insieme agli assessori di riferimento – annuncia Antoniotti – pianificheremo una riunione programmatica, proprio con la Filmaker e con i rappresentanti degli Uffici diocesani, per discutere del progetto cinematografico che potrebbe risultare un’ottima vetrina per promuovere Rossano Città del Codex. Sono convinto, inoltre, che il successo di questo progetto dipenda essenzialmente dalla capacità di cooperazione, ormai avviata e consolidata negli ultimi anni, tra l’Amministrazione comunale e la Chiesa, custode del Codice.

Come ribadito nel corso dell’ultimo incontro in Municipio, al termine delle riprese del cortometraggio a scopo umanitario Silent-Night – prosegue il Sindaco – l’Amministrazione comunale di Rossano, nell’eventualità auspicabile in cui si potesse concretizzare l’idea di una produzione promozionale del territorio, farà il possibile per garantire il suo supporto alla realizzazione del progetto. Con la speranza, a questo punto, che a breve possa essere battuto il primo ciak sul set del film dedicato al Codex.

Ringrazio ancora – conclude Antoniotti – la Filmaker Italia ed il presidente Luca Fortino e quanti, come appunto l’Associazione Ali Libere, sono impegnati a promuovere lodevoli iniziative cinematografiche che mirano ad evidenziare il volto bello della Calabria.