Nella città bizantina, grazie alla volontà della dottoressa Donatella Visciglia, è nata una nuova Associazione di Volontariato che prende il nome di: “Comitato Rossano Centro Storico.” L’intento di tale Comitato, con sede nell’incantevole e suggestivo borgo antico, è quello di essere il punto di riferimento per gli abitanti del luogo e non solo. Lo scopo dell’Associazione, dunque, è quello di dare, con le proprie forze e la propria volontà, identità e dignità all’importante città di Rossano.

“Uniti – ha dichiarato la responsabile del Comitato Donatella Visciglia – formeremo un volontariato impegnato, in primo luogo, nel sociale rivolto alle classi più deboli: anziani, bambini, disabili ed extracomunitari. Il nostro impegno – ha proseguito l’artefice della valida e significativa iniziativa – sarà finalizzato nel monitorare il fabbisogno e le problematiche dei cittadini residenti in diversi quartieri del borgo antico. Il nostro scopo – ha poi concluso Donatella Visciglia – è quello di unire, mettendo da parte le disgregazioni, in cui si vuole dare vita, con tanto impegno e molta determinazione,  ad una netta rivoluzione culturale nella città di Rossano.” I cittadini che vogliono aderire all’Associazione come socio, come volontario o come rappresentante di quartiere, basta contattare la dottoressa Donatella Visciglia al seguente numero telefonico: 0983/522054 o recarsi presso la sede del Comitato Rossano Centro Storico in Via Rampa San Giacomo, 16. Con l’adesione all’Associazione, con il rilascio della tessera onoraria, si può partecipare a tutte le iniziative promosse dal Comitato e, allo stesso tempo, si può usufruire di sconti ed agevolazioni su gite, vacanze, soggiorni e tanto altro ancora. L’Associazione, inoltre, è affiliata al patronato Sias e Cartur. Questa, tra l’altro, offre una serie di servizi, a titolo gratuito, per tutti gli associati. Consulenza fiscale e legale, raccolta documenti Caf, patronato, associazione dei consumatori, tributi e cartelle Equitalia. Disbrigo pratiche di ogni genere con particolare attenzione per anziani, ciechi e sordomuti. Tra le diverse iniziative, infine, vi è anche la raccolta di alimenti ed indumenti da donare in beneficenza alle famiglie più bisognose.
ANTONIO LE FOSSE