Le elezioni Europee e Comunali sono state un vero plebiscito per il Partito Democratico, il cui consenso è andato al di là di ogni più rosea aspettativa. Queste elezioni hanno sancito il trionfo del PD e di RENZI, il ridimensionamento del M5s e di GRILLO, il crollo di FI e di BERLUSCONI. Mai nella storia del centrosinistra italiano un partito si era spinto oltre la soglia del 40%, neanche ai tempi di Enrico Berlinguer.

Dal Nord al Sud c’è sempre la stessa costante: il PD è il primo partito, il M5s è il secondo partito, Forza Italia il terzo. Ovunque la speranza e la proposta hanno prevalso sulla rabbia e sull’odio. E’ una bella emozione…..una grande vittoria…e tanta..tanta….tanta soddisfazione!!!!! Il PD in Italia porta in Europa quasi il doppio dei parlamentari europei rispetto al 2009 e così il semestre italiano di Presidenza dell’Unione Europea guidato da Matteo Renzi può davvero cambiare verso all’ Europa. L’Italia era, da tanto tempo, in astinenza da politica, quella vera. In compenso era in overdose di chiacchiera politica, di gossip, di retroscena e “confronto gridato vafanculante” e il paese se n’è accorto: da qualche mese abbiamo un centrosinistra al governo che, magari in modo un po’ frettoloso, fa, cambia, agisce e interviene senza troppi timori reverenziali. Gli Italiani hanno premiato la Politica del Fare, della concretezza e del cambiamento del PD, penalizzato il M5s per il loro grande limite consistente nella totale incapacità di dialogare e collaborare con altri partiti, Bocciato FI per la sua inconsistenza e conservazione. Anche a Rossano la costante è stata rispettata: PD PRIMO PARTITO con 3.384 voti, seguito dal M5s con 2641 voti, terzo FI 1840 voti. Anche a Rossano è stata bocciata la politica clientelare e familiare della destra e dei suoi esponenti, alleati silenti delle politiche sciagurate di Scopelliti, responsabili del saccheggio del nostro territorio che i cittadini hanno compreso bene punendo Forza Italia che raggiunge appena il 16% dei consensi,mentre il PD all’opposizione ottiene il 31%. Con rammarico ci vediamo costretti a denunciare come sia possibile in questo momento registrare l’assenza nelle forze di governo, regionali e locali, di ogni sia pur minima iniziativa politica e culturale dedicata alla progettazione del futuro di cui Rossano ed il Territorio hanno impellente bisogno. Da tempo esistono le condizioni perché Rossano e la piana di Sibari compiano quel “SALTO DI SVILUPPO E LEGALITÀ” che faccia partire non solo la sibaritide ma la Calabria tutta. Eppure in Calabria i fondi EUROPEI VENGONO RESTITUITI per la cronica incapacità di spenderli: la Giunta Scopelliti deve rendere a Strasburgo miliardi di euro di fondi perché non li ha saputi impiegare e nella Calabria ed a Rossano vengono sottratti sempre più servizi ( Ospedali, Tribunali, Inps, Agenzia entrate, ecc), e la disoccupazione la fa da padrone specialmente quella giovanile. Per non parlare della fusione dei due comuni che è la soluzione a tanti dei nostri problemi, di fatto realizzata ma sulla quale le due Amministrazioni di Destra ( Rossano e Corigliano) sono immobili. Durante la campagna elettorale a Rossano sono passati, fra gli altri, gli eletti Picierno, Cozzolino e Pittella con i quali abbiamo convenuto Il claim che serve al nostro territorio: PARTIAMO DA QUELLO CHE ABBIAMO. Valorizziamo le risorse che abbiamo perché la vera soluzione per il nostro territorio è che sfrutti il suo grande patrimonio di beni culturali, di qualità di vita e di turismo. Difendere, valorizzare e promuovere questo patrimonio deve diventare un progetto europeo per sconfiggere la disoccupazione e consentire a tutti, specialmente ai giovani, di poter vivere degnamente nella propria terra. Questo è il progetto che il PD, grazie anche ai Vostri 3384 voti, porterà in Europa per il Sud e per Rossano. Il PD ringrazia i cittadini rossanesi per il loro voto e riparte da questo risultato per la rinascita di Rossano. Coordinamento PD Rossano