Negli ultimi giorni, perché è arrivato il tempo per le decisioni, il PD di Rossano è fortemente impegnato per la risoluzione positiva della vicenda del Tribunale di Rossano. A tal fine il PD di Rossano ha messo in atto diverse iniziative, tutte dirette al PD nazionale e al Ministro della Giustizia perché si chiuda positivamente il grave vulnus commesso all’Amministrazione della Giustizia e a danno di questo Territorio, la più importante aerea geografica della provincia di Cosenza, dopo Cosenza-Rende.

Nei giorni scorsi il vicepresidente nazionale  del PD Debora  Serracchiani ha incontrato il Comitato dei Tribunali da salvare, la Serracchiani ha preso preciso impegno di riferire al Ministro Orlando quanto in quell’occasione osservato dai rappresentanti dei comitati dei Tribunali da salvare, richiedendo espressamente anche l’invio di osservazioni scritte circa le specificità dei rispettivi territori. Osservazioni che sono state trasmesse alla segreteria della Serracchiani. Inoltre, in occasione dell’assemblea nazionale dell’area “Rifare l’Italia” è stato possibile incontrare lo stesso Ministro Orlando in ordine alla problematica del soppresso Tribunale di Rossano, ribadendo al medesimo, che già conosceva la situazione del nostro Tribunale, l’erroneità e l’ingiustizia commessa a danno di questo territorio e della stessa amministrazione della Giustizia. Bene anche l’iniziativa del senatore Buemi, che è stato in visita presso lo stesso Palazzo di Giustizia di Castrovillari, rendendosi conto dell’inidoneità ed insufficienza dei locali e delle maggiori sopravvenienze provenienti dall’ex Circondario del Tribunale di Rossano, con un rapporto da 1 / 4, nonché dell’impossibilità a far fronte in tempi accettabili alle domande di Giustizia. Ringraziamo il senatore Buemi per il suo vivo impegno per la vicenda del Tribunale di Rossano. In considerazione della decisività dei prossimi giorni, il PD di Rossano ha inviato due rispettivi messaggi al sottosegretario senatore Marco Minniti e alla presidente della Commissione Antimafia On. Rosy Bindi, entrambi già impegnati nella battaglia contro la soppressione del Tribunale di Rossano, chiedendo agli stessi di intervenire presso il Ministro della Giustizia, On. Andrea Orlando, perché sia rivista l’errata decisione di soppressione del Tribunale di Rossano, con l’adozione di decreto correttivo nei tempi concessi dalla stessa legge di riforma per il ripristino del funzionamento del Presidio Giudiziario Rossanese. Il PD di Rossano ha posto al PD nazionale la questione del Tribunale di Rossano come questione politica, di presenza, innanzitutto, dello Stato in un’area a rischio per la presenza di organizzazioni criminose, quale presidio di legalità, nonché come  ipotesi di accorpamento che non ha raggiunto né l’obiettivo del risparmio, essendo aumentati i costi a carico dello Stato, né tanto meno una migliore efficienza della Giustizia residuando soltanto un grave disagio per una vasta area geografica, monca della presenza di un Tribunale lungo tutta la costa jonica da Taranto a Crotone. Per questo che il PD di Rossano ha chiesto di incontrare, in sede politica, il Ministro della Giustizia, e nei prossimi giorni si terrà a Roma un incontro a tal fine. Pertanto il PD di Rossano continuerà nell’impegno perché sia ripristinato il Tribunale di Rossano, per il bene della collettività del territorio interessato, per il miglior funzionamento della Giustizia, perché quest’area non si senta abbandonata dallo Stato, per l’affermazione del primato della legalità.
PD di Rossano