Evento del 29 Giugno ore 21,00 C/o Anfiteatro Lungo Mare Sant’Angelo –  Rossano Scalo.
Un percorso avviato da circa due anni, con passi lenti ma sicuri, proposto dal Laicato Cattolico ed aperto a tutte le rappresentanze sociali, dai sindacati alle organizzazioni produttive, professionali, istituzionali, ecc. Si tratta del progetto “Territorio e bene comune”, che giunge ad una tappa significativa con l’incontro del 29 giugno sera, alle ore 21,00, presso l’anfiteatro rossanese.

Obiettivo? Approfondire la “Lettura” del nostro comprensorio, grazie al contributo di tutti, promuovendo un primo documento etico mediante il quale avviare un dialogo, percorsi e proposte operative in rete, nella comunità-cittadinanza, al fine di sostenere un cammino di valori nella vita economica, sociale, produttiva delle nostre realtà.

Un esame di coscienza, quindi, che evidenzi come sia possibile offrire motivi culturali, legali e morali perché i rapporti economici e sociali e le relazioni che essi implicano, a tutti i livelli, possano riferirsi ai valori etici e civili condivisi, per i cattolici espressi nella dottrina sociale della chiesa.

“Pertanto – sostengono i promotori – si avverte un bisogno di dialogo tra tutte le realtà-voci e i protagonisti che già operano nel tessuto sociale: associazioni, produttori, sindacati, professionisti, istituzioni”.
Si mira a meglio individuare le possibili azioni per crescere in civiltà, legalità, equità sociale, benessere inclusivo per tutti. Non basta la sola denuncia, o il giudizio su questa o quella negatività, come si è evidenziato negli incontri precedenti. Così non si va oltre una spontanea e breve indignazione, comunque non propositiva di alternative né utile per individuare le cause delle problematiche che spesso si annidano nella stessa coscienza etica degli operatori o in scelte economiche non bene impostate, che spesso alimentano una economia sommersa e illegale, nella quale tutti rischiamo di annegare!

“Ripuntiamo – si legge nella nota di presentazione dell’iniziativa – sull’uomo che vuol prendere il largo verso un umano più vero, guardiamo alle coscienze delle persone e proponiamo sicuri metodi e percorsi con i quali poter invertire la rotta orientandola verso una socialità da cui nessuno si senta escluso”.

Dentro questo obiettivo alto ce ne sono tanti intermedi e conseguenti che riguardano la mentalità dei singoli (da migliorare), della classe intermedia, dei rapporti di lavoro, della comunità ecclesiale a volte distante dalle problematiche sociali.
L’incontro sarà avviato dal dott. Luca Sommario, che proporrà alcuni spunti di economia etica e sociale. Si proseguirà con l’intervento di tutti i rappresentanti. L’azione Cattolica Diocesana ha preparato una bozza di Manifesto sul lavoro, che sarà oggetto di attenzione per redigere l’annunciato documento etico da utilizzare come base dei futuri incontri, facendo tesoro delle proposte che emergeranno.

ARCIDIOCESI DI ROSSANO-CARIATI
Ufficio Comunicazioni Sociali
Il direttore U.C.S.
                                                                                             Antonio Capano