E’ in programma sabato prossimo 12 luglio alle ore 10 presso il Tribunale di Rossano un incontro tra i componenti il Comitato in difesa del Tribunale, parlamentari calabresi e consiglieri regionali per conoscere le intenzioni del Governo Renzi circa il futuro del presidio di giustizia bizantino. Ne danno notizia, attraverso una nota, i componenti il Comitato che sono riusciti a fissare questo incontro dopo che nei giorni scorsi era saltato l’incontro cosentino con il ministro della giustizia Orlando.

“Dopo la cocente delusione per la mancata presenza a Cosenza del ministro della Giustizia Orlando – si legge nella nota del Comitato – abbiamo ritenuto di convocare con massima sollecitudine un pubblico incontro  con la Deputazione calabrese, i consiglieri regionali della nostra area, il presidente della provincia di Cosenza, ed i sindaci del territorio, per fare il punto della situazione e dare un forte segnale al governo”. Il Comitato sottolinea come, purtroppo, non c’è altro tempo da perdere in quanto ci stiamo avvicinando al periodo estivo, e con il blocco delle attività parlamentari si corre il concreto rischio di ritrovarsi a settembre, alla ripresa dei lavori parlamentari, senza alcuna proposta concreta in mano e cioè senza quel decreto correttivo che è ormai da tempo che il territorio sta chiedendo al ministro Orlando. Quali risultati concreti si riusciranno ad ottenere, al momento non è facile dire, anche perché i segnali su una probabile revisione della decisione di soppressione del Tribunale, sono abbastanza flebili, comunque tutte le strade vanno tentate, ma soprattutto è importante verificare, almeno in questa fase, la volontà dei vari deputati calabresi rispetto ad un problema che si trascina da tempo. I rappresentanti del Comitato si augurano che dall’incontro di sabato prossimo possa venire fuori qualche proposta interessante che possa essere sottoposta al vaglio del ministro Orlando.
     La Redazione