Droga a fiumi tra la Sibaritide ed il capoluogo cosentino: in ventiquattro chiedono il rito abbreviato per “incassare” gli sconti di pena
Gli Abbruzzese di Cassano Jonio e i loro sodali da anni inondano di droga l’intero comprensorio della Sibaritide. Risalendo nel loro intenso traffico fino a Cosenza, il capoluogo di provincia dove gli “Zingari” hanno piantato storiche radici, residenziali e criminali. “Coca”, “ero”, “erba”, “fumo”: di tutto e anche di più. 
LEGGI TUTTO