Si acuisce la tensione tra i 7000 braccianti agricoli assunti da cooperative di servizio e l’Inps (l’istituto di previdenza) perché quest’ultimo non vuole riconoscere a questi lavoratori il loro rapporto di lavoro, con la conseguenza che ai braccianti non viene riconosciuta l’indennità di disoccupazione e l’eventuale malattia.

Secondo i massimi rappresentanti del Movimento spontaneo denominato Raggio di Sole, che sta difendendo le posizioni dei braccianti, in alcuni casi l’Inps avrebbe già emesso un provvedimento di revoca dell’indennità pensionistica.
LEGGI TUTTO