Realizzazione di un campo sportivo a 5 outdoor “Paolo Borsellino” allo Scalo di Rossano, finanziato con i fondi del Pon sicurezza 2007-2013 “Io gioco legale”, e inserito nel Piano delle opere pubbliche triennale 2012-2014.

Dopo aver assegnato, nei mesi scorsi, l’incarico professionale per la redazione delle indagini geologiche e dei relativi rilievi da effettuarsi nel rione Tornice, adesso gli uffici comunali hanno dovuto procedere ad un nuovo affidamento dell’incarico per la progettazione definitiva ed esecutiva, nonché della direzione dei lavori per poco meno di 10 mila euro. Lo scorso mese di aprile il Ministero dell’interno ha comunicato all’ente bizantino che il progetto era stato al finanziamento per un importo complessivo di 263 mila euro. Lo stesso decreto pretende il rigoroso rispetto del cronoprogramma dei lavori, pena la perdita e la revoca del finanziamento con restituzione di eventuali somme già corrisposte, nel rispetto della normativa comunitaria e nazionale in vigore. In relazione alla ristrettezza dei tempi assegnati dal ministero, la redazione della progettazione, quindi, riveste carattere d’urgenza.

Non potendo il Comun e procedere all’espletamento dell’incarico della progettazione con personale interno, deve ricorrere a professionisti esterni. Il Comune si impegna a sostenere i costi relativi alla manutenzione e gestione dell’impianto per almeno 5 anni dalla conclusione del progetto e stimati in 12mila euro annui. Come si ricorderà, il Ministero dell’Interno invitava i Comuni dell’area Obiettivo convergenza alla presentazione di proposte progettuali al fine di diffondere la cultura della legalità, e in particolare finalizzate alla realizzazione di strutture sportive per incentivare i cittadini, soprattutto i più giovani, al rispetto delle regole e allo sviluppo del senso di comunità. L’impianto sportivo è localizzato nel contesto urbano dello Scalo di Rossano (viale dei Normanni-Tornice), al fine di utilizzare lo sport come azione che favorisca la diffusione della legalità tra i giovani, attraverso comportamenti orientati al rispetto delle regole  e al rifiuto valoriale imposto della criminalità.