La Cisl Ionio Sila di Via Margherita allo Scalo di Rossano, tramite il segretario zonale Michele Sapia, esprime massima vicinanza e solidarietà al sindaco Giuseppe Antoniotti recentemente aggredito verbalmente in contrada Pantano Martucci, nel mentre cercava di impedire a tre persone con un trattore di depositare rifiuti ingombranti e inerti in cassonetti.

Condanniamo in primis gesti di violenza come quello appreso e riteniamo doveroso – rimarca Sapia – evidenziare che la mancanza di rispetto nei confronti dell’ambiente e del territorio non contribuiscono a migliorare la nostra terra. E’ necessario più attenzione da parte di tutti e continuare sulla strada dell’informazione e sensibilizzazione. Come sindacato Cisl crediamo che proprio questi antipatiche vicende possano risvegliare l’orgoglio rispetto alla nostra Città e in particolare rafforzare in noi tutti l’idea del rispetto dell’ambiente; come la partecipazione attiva nella raccolta differenziata, il rispetto della spiaggia, in montagna del bosco e per le strade al centro e in periferia evitando di gettare carte e mozziconi di sigarette. Rispettare l’ambiente è nostro dovere ma ricordiamo che è un diritto per le future generazioni. Siamo ancora più convinti – va avanti Sapia – che è necessario avviare un bando comunale specifico per attività di lombricoltura in Città come ribadito e proposto, all’assessore dell’ambiente Rodolfo Alfieri, durante l’ultima iniziativa in sede Cisl a Rossano, sulla raccolta differenziata. Un bando per dare la possibilità ai tanti agricoltori interessati e responsabili di poter usufruire di una diversa opportunità per smaltire materiale biodegradabile e così produrre un eccellente humus biologico per il settore agroalimentare. Una occasione per creare nuovi posti di lavoro e nuove realtà produttive. Ci auguriamo conclude Sapia, che questa triste quanto antipatica vicenda sia da stimolo per tutti e possa insegnarci qualcosa su come difendere e proteggere la nostra terra.

Ufficio Stampa