Lunedi’ incontrerà il Sindaco.
Il dramma del lavoro che non c’è purtroppo investe in maniera forte il nostro territorio. Tanta gente riesce a superare queste difficoltà come meglio possono altri, invece, raggiunto il limite di sopportazione danno vita a forme di protesta anche clamorose, proprio allo scopo di richiamare l’attenzione delle istituzioni verso la loro drammatica situazione di disoccupati. Nella mattinata di ieri a Rossano si è registrata la protesta di un quarantasettenne, A.P., sposato e padre di quattro figli, disoccupato di lungo corso

che armato di cartelli e striscioni ha presidiato l’ingresso del comune di piazza Santi Anargiri alla vana ricerca di poter incontrare il sindaco oppure un assessore. L’uomo che non è nuovo a queste forme di protesta, fino a qualche anno fa ha lavorato con la ormai ex società Sibaritide che lo ricordiamo era impegnata nella raccolta dei rifiuti, ma adesso non riesce in alcun modo a fare fronte alle esigenze della famiglia. Così ieri mattina ha cercato di parlare con un amministratore del comune di Rossano, ma per tutta la mattinata nessuno si è fatto vivo. Sul posto è intervenuto personale della Digos della Polizia di Stato che si è messa in contatto con il sindaco Antoniotti e riuscendo a fissare un incontro con il disoccupato per lunedì mattina. Dopo avere ricevuto queste assicurazioni il quarantasettenne ha lasciato il presidio ed è tornato a casa.

     Giacinto De Pasquale