Si registrano sensibili ritardi nella realizzazione degli innesti-rotatorie nel territorio di Rossano, mentre si aspettano i fondi per la realizzazione del Megalotto 8 della nuova Ss106 jonica e il vecchio tronco continua a mietere vittime. Come si ricorderà, l’Anas Spa ha da tempo reso pubblico l’avvio dei lavori per la realizzazione degli “interventi per la messa in sicurezza della ss106 Jonica esistente con particolare riferimento agli svincoli di Cariati, Mandatoriccio-Scala Coeli, Mirto-Crosia e Rossano”.

L’approvazione del progetto definitivo risale al 28 dicembre del 2010, con il quale veniva disposta la dichiarazione di pubblica utilità delle aree sulle quali espropriare gli immobili di proprietà privata. Il primo stralcio del completamento del primo lotto prevede la realizzazione degli svincoli di Scala Coeli, e a Rossano in contrada Foresta e incrocio Oliveto Longo-Seggio. Intanto, il Comune di Rossano ha provveduto da solo, attingendo ai fondi europei, nella realizzazione della rotatoria in contrada Frasso-Amarelli sulla Ss106 (E90). E’ di queste settimane la notizia che l’Anas abbia avviato un procedimento di esproprio di un terreno ad una cittadina rossanese, utile alla realizzazione di una delle rotatorie previste sulla Ss106 Jonica.