Erano cittadini del Gambia e del Senegal gli immigrati che vivevano nella stazione ferroviaria

Erano sei provenienti dal Gambia e quattro dal Senegal, i dieci immigrati intercettati dagli agenti del locale Commissariato di Ps e che vivevano tra i binari, senza servizi igienici. Secondo quanto hanno riferito i responsabili del Commissariato tutti e dieci gli immigrati erano tutti scappati dal centro di prima accoglienza “Sant’Anna” di Crotone.

Ricordiamo che queste persone avevano trasformato dei locali in disuso della stazione ferroviaria di Rossano nella propria casa. Le verifiche condotte dagli agenti di Polizia hanno infatti confermato i sospetti sorti subito dopo il blitz scattato nella prima mattinata di mercoledì scorso, a seguito della doppia denuncia presentata alle autorità competenti, una da parte dei cittadini del quartiere, l’altra da parte delle Ferrovie dello Stato, circa la situazione di degrado che si era venuta a creare lungo i binari della stazione che, come è noto, è sostanzialmente chiusa e priva di controlli. Dopo l’allontanamento degli immigrati che sono stati portati a Cosenza in attesa di nuova destinazione, l’area della stazione ferroviaria di Rossano occupata dagli stessi è stata bonificata da personale delle Ferrovie dello Stato, che ha ripulito l’area in questione, che si trova proprio lungo i binari in direzione sud della strada ferrata.

Giacinto De Pasquale