Gli auguri del PD
Lunedì prossimo 15 settembre  inizia il nuovo anno scolastico. E’ un momento importante non solo  per chi deve frequentare la scuola, docenti e studenti, ma  soprattutto per l’intera città.

Perché la scuola consente di consolidare il senso di essere  comunità: dai genitori che accompagnano i figli e stringono legami di amicizia, dai bambini del primo anno delle elementari che entrano in una nuova esperienza di vita e quelli degli altri anni che riprendono questa esperienza; dai ragazzi delle scuole medie che cominciano a definire il loro futuro; dai studenti delle scuole superiori che completano la loro formazione civile e didattica prima di diventare adulti ed affrontare la vita. Ognuna di queste tappe contribuisce a definire il futuro della nostra Rossano ed a costruire i cittadini del domani. Nel formulare l’augurio di buon lavoro agli studenti, ai docenti, ai dirigenti  ed al personale della scuola vogliamo ribadire  la convinzione del PD  nelle mani delle nuove generazioni sono riposte le speranze e le attese della nostra comunità e ricordare come per il Governo Renzi LA SCUOLA SIA IL PUNTO DI PARTENZA PER CAMBIARE VERSO ALL’ITALIA: “Vi propongo un patto educativo, non l’ennesima riforma, una cosa diversa: abbiamo un anno di tempo per rivoluzionare la scuola italiana, ma soprattutto per darle importanza. I politici di solito quando parlano di scuola la mettono in fondo al sacco, come una delle ultime ruote del carro, la scuola è quello che resta, prima bisogna rifare la pubblica amministrazione, riorganizzare il bilancio dello stato, sistemare i vincoli economici, tutte cose importanti, ma è la scuola il cuore di tutto, se noi saremo in grado di ripensare a come l’Italia investe sulla scuola allora costruiremo la crescita dei prossimi 20 anni, un’occasione di bellezza educativa per i nostri figli e le famiglie che spesso vedono nella scuola un luogo di preoccupazione”.  Per questo  si cominciamo dalle cose semplici e fattibili  perché dai piccoli gesti può nascere una città migliore e più moderna, con un più alto senso civico: la pulizia delle strutture scolastiche, la manutenzione  e la sicurezza. Per questo alle scuole di tutta Italia sono stati assegnati oltre un miliardo di euro cantierabili subito.  Rossano ha avuto assegnato nel progetto scuole sicure 210.000,00 euro per scuola primaria via Nazionale e .nel progetto scuole belle 436.884,91 euro: scuola Donnanna 20.667,44; Scalo Frasso 20.667,54; Matassa 24.801,55; Piragineti 8.267,02; Polifunzionale 24.801,05; Via Nazionale 8.267,02; Via Margherita 8.267,02; Via G. Rizzo 8.267,02;Via Torino 12.400,53; Via Borghesia 8.267,02; Via San Bartolomeo 8.267,02; via Nubrica 8.267,02; C/da Amica 7.000,00; C/da Monachelle 78.536,67; Scalo Nazionale 62.002,63; Frasso 37.201,58; Porta di Ferro 90.937,19. Si continua con il dire  basta ai precari e alla supplentite e si lancia  una campagna di ascolto dal 15 settembre al 15 novembre. A Rossano  la campagna di ascolto a cui si  invita a partecipare tutti, studenti, insegnanti, genitori, amministrativi in modo che dicano cosa vogliono dalla scuola italiana e come vogliono che sia  la scuola rossanese e anche quali dovrebbero essere i cosiddetti “programmi” ossia che cosa si deve studiare, sarà gestita dalla Consulta istruzione i cui appuntamenti saranno resi pubblici sulla nostra pagina facebook. Questi sono i fatti di chi vuole bene alla scuola nel rinnovare gli auguri per il nuovo anno scolastico si invitano tutti i cittadini a partecipare alla nostra campagna di ascolto.
Per il Coordinamento PD ROSSANO
Il segretario Francesco Madeo