Utilissima struttura per la sicurezza, posta nell’incrocio più bollente dello Scalo, anche bello il colore e il decoro aureo posto sulla sommità. Insomma una chicca che rafforza quell’immagine metropolitana di Rossano; forse un po’ piccola e posta in un punto di passeggio, la centralità non avrebbe guastato, magari si poteva porre a sinistra della panchina che guarda verso il viale De Rosis. Se si obietta che da quì si vede più territorio, bé per quello ci sono le telecamere e poi non credo che sia una postazione di avvistamento quanto piuttosto un locale per poggiare qualche strumento di lavoro.

D’inverno é utilissima, ma d’estate: di giorno diventa una fornace; la sera le zanzare ci vanno a nozze perché ancora tiepida (chi ha fatto il militare nelle polveriere lo sa benissimo quello che succede nelle garitte).
Al di là dei gusti personali del sottoscritto e dell’esperienza militare, il giudizio (per quel che vale) é positivo, perché l’opera è adeguata al luogo, ai tempi ed alle esigenze della cittadinanza, oltre che degli operatori.
Un rammarico però resta, quello di concentrare la massima attenzione alla Nuova Rossano e poca alla Vecchia Rossano, non in termini di feste di piazza ma in termini di sicurezza, se di questo stiamo parlando.
Proviamo ad immedesimarci in una vecchietta che va a pagarsi la pensione all’ufficio postale di Piazza Steri, dentro e fuori ci sono gli occhi (in gergo militare) che ci seguono e se non ci scippano immediatamente ci accompagnano fino a casa e, dopo aver fatto il sopralluogo degli accessi, aspettano che domenica mattina andiamo a messa per farci il “servizio”. Soldi per loro e l’oro per i soldi che altri bravi compaesani gli assicurano (questo bell’atto di solidarietà si chiama ricettare ).
Dove sono? Chi ? Che cosa ? Quando faremo la denuncia di furto ci renderemo conto che bisogna prendere l’appuntamento perché in Caserma il personale é insufficiente per tutte le attività; controllo del territorio compreso.
Dal furto adesso sono passati alla rapina a mano armata ed al sequestro di persona. Non ci resta che la legittima difesa e mi raccomando che sia proporzionata all’offesa che deve essere grave attuale e non altrimenti evitabile ………. insomma lasciate stare altrimenti in prigione non ci finiscono loro ma chi paga le tasse per mantenere questo Belpaese che sta andando alla deriva economica, sociale e morale.
Si vis pacem, para bellum.