È quanto mai singolare e comico, per certi versi, il ripetersi di critiche, acerrime aggiungo, che provengono quotidianamente da parte di uomini del centrodestra contro altri uomini del centrodestra!  Sembra si faccia a gara, tra di loro, a chi, Caputo in primis, giornalmente ne spara una più grossa, contro Scopelliti, contro la Stasi, contro Tallini, tutti contro tutti, ci sarebbe da dire! Con la speranza (vana, aggiungo) che qualche sprovveduto, possa credere a questa autentica farsa ed attribuire ad altri un gigantesco ed immenso fallimento che appartiene a tutti gli uomini e le donne del centrodestra che hanno mal governato fino ad oggi la Calabria, NESSUNO ESCLUSO!

  È mai possibile, poi, relativamente al nostro Territorio, offendere spudoratamente, con simili e vacue esternazioni, l’intelligenza dei tantissimi cittadini  che hanno riposto fiducia nel consigliere regionale  Caputo, alle ultime elezioni regionali del 2010, cittadini- elettori cui era stata promessa una sanità migliore, trasporti ed infrastrutture  più efficienti, politiche occupazionali vigorose, risanamento ambientale con definitiva risoluzione  della problematica sui rifiuti e tanto altro ancora!  Stessi impegni, lo ricordiamo tutti, sono state ribaditi nel 2011, nel  corso della campagna elettorale amministrativa relativa al Comune di Rossano, allorquando, vennero fatte promesse ( per accaparrarsi voti! ),  garantendo solidi sostegni su cui poteva contare Rossano da parte del governo nazionale e soprattutto dagli amici  Scopelliti e Caputo, aiuti mai concretizzatisi, anzi, per dirla tutta, costoro hanno costantemente e sistematicamente remato contro  Rossano ed il Comprensorio. Tutto ciò giova ricordarlo, oggi,  al sindaco Antoniotti che, sulla vicenda degli LSU-LPU (cui va tutta Ia vicinanza ed il sostegno per quante ingiustizie stanno subendo) , chiama in causa la Regione, dimenticando che questa maggioranza e soprattutto il consigliere regionale locale , da Lui fortemente sostenuti, non hanno fatto nulla , quando potevano,  per mettere la parola fine a questa triste vicenda. Ahimè, purtroppo,  è avvenuto quello che noi, avevamo già intuito e denunciato e cioè che tutte  quelle promesse mai e poi mai sarebbero state onorate, tutt’altro : l’ex amico Peppe Scopelliti , con il miserevole silenzio di Tutta la classe politica del centrodestra del territorio della Sibaritide, Caputo in primis, ha ridotto in cenere  questo territorio : sanità al collasso, infrastrutture e trasporti da quarto mondo, politiche occupazionali inesistenti, fondi europei inutilizzati, depauperamento uffici amministrativi, Tribunale in PRIMIS,  problematica dei rifiuti acuita. E’ sotto gli occhi di tutti che questo  centrodestra, ormai liquefatto,  ha distrutto la Calabria, ha devastato  e mortificato soprattutto questo nostro Territorio , riportandolo ad uno stato che forse neanche nell’immediato dopo guerra aveva raggiunto !  Questo clamoroso fallimento,  ed è la cosa più allucinante,  è ormai certificato dallo stesso Caputo ed anche da Antoniotti che,  non perdono tempo, in maniera ossessiva, per ribadire che questa amministrazione alla guida della  Regione ha fallito,  che la maggioranza di centrodestra ha intrapreso la ” strada dell’arroganza, dell’affarismo, della spartizione da manuale Cencelli, con  l’accaparramento  di poltrone e di ogni postazione pubblica al fine di catturare consensi per la imminente campagna elettorale delle Regione!” , sono  queste le testuali espressioni usate dallo stesso Caputo, per descrivere in tutta la sua gravità ( in questo ha ragione !) , ciò che sta avvenendo. Sono veramente sconcertato, mi chiedo: è mai possibile tutto ciò? Mai, finora, mi era capitato di veder transitare “nei banchi dell’opposizione” così autorevoli rappresentanti del centrodestra, Caputo in primis! Mi chiedo, ora, che senso logico ha tutto ciò, atteso che  sono loro i maggiori responsabili di questo fallimento : il nostro consigliere regionale assieme ad autorevoli rappresentanti del centro destra, lo sanno tutti, si sono accontentati di miserevoli posti di sottogoverno, avendo partecipato anche loro (come gli amici di centrodestra che ora condannano, rinnegano e da cui vorrebbero prendere le distanze) alla lottizzazione di postazioni pubbliche ed all’accaparramento di incarichi, portando alla massima potenza il sistema delle clientele ( come da  loro stessi denunciato pubblicamente!), alla faccia delle esigenze di questo territorio che hanno COSCIENTEMENTE TRADITO! Credo, cari autorevoli rappresentanti di un centrodestra liquefatto, polverizzato ed a brandelli, che i cittadini abbiano capito che le vostre sono solo “lacrime da coccodrillo” che non vi salveranno , comunque, da una sonora sconfitta alle prossime elezioni regionali del 23 Novembre 2014. Mi auguro, con tutto il cuore,  che, dopo questa figuraccia, connessa, ahimè, ai danni immensi che ne sono derivati, tutti voi ” dinosauri della peggior politica di sempre”, possiate  “DEFINITIVAMENTE SPARIRE DALLA SCENA POLITICA” ,  nella speranza che i cittadini di Rossano,  del Comprensorio  e dell’intera Calabria , se vogliono sperare in una “RINASCITA POST-BELLICA” dei nostri Territori, sulla base di questa amarissima esperienza, eviteranno di dare consensi, nel futuro prossimo, a politicanti da strapazzo  senza scrupoli, a gente che non ha mai conosciuto il valore del lavoro ed a personaggi che si sono sempre serviti della politica e delle Istituzioni per tornaconti personali, ai quali,  lo ricordo a tutti,  va addebitato pienamente lo sfacelo cui assistiamo!

Dr. Antonio Graziano – Assessore al Bilancio –  Provincia di Cosenza –
Presidente Gruppo Autonomia e Diritti – Comune di Rossano