Rossano continua a garantire servizi, soppressi in altre realtà
Servizi scolastici al via, riapre la mensa e dal prossimo Lunedì 29 Settembre ripartirà anche l’assistenza per i ragazzi diversamente abili. Tante le novità e gli elementi migliorativi.

Il Governo Antoniotti continua a garantire, con soli fondi di bilancio comunale, prestazioni importanti ed essenziali. Infatti, mentre in altre realtà l’incessante crisi economica costringe i comuni a sopprimere i servizi rivolti all’infanzia, Rossano rimane una Città virtuosa soprattutto nell’assicurare sostegno alle famiglie e alle classi disagiate.

È quanto fanno sapere il Sindaco Giuseppe Antoniotti e l’assessore alla Pubblica istruzione Stella Pizzuti, precisando, con l’obiettivo di tranquillizzare, rispetto alle preoccupazioni di alcuni genitori e utenti delle scuole cittadine.

Nessun allarme – rassicurano Antoniotti e Pizzuti – i due servizi scolastici, di assistenza fisica e refezione, partiranno come da programma già nei prossimi giorni. Anzi, rispetto agli altri anni siamo addirittura in anticipo! Innanzitutto il prossimo lunedì 29 settembre partirà il sostegno agli studenti diversabili. Iniziamo quinidici giorni dopo rispetto all’inizio delle attività scolastiche, in quanto abbiamo dovuto attendere l’inoltro di tutte le richieste di assistenza e i tempi tecnici di valutazione. L’Adiss Multiservice, così come d’appalto e come da volontà dell’Amministrazione comunale, anche quest’anno garantirà, ai 45  ragazzi portatori di handicap, che frequentano le scuole primarie e secondarie di primo grado, il supporto uno ad uno attraverso personale qualificato con l’ulteriore presenza di due figure professionali a disposizione delle famiglie per ogni particolare esigenza. L’assistenza fisica nelle scuole – proseguono il Sindaco e l’Assessore alla Pubblica istruzione – rimane con orgoglio uno dei fiori all’occhiello dell’azione amministrativa dei governi di centro destra che in passato hanno istituito questo indispensabile servizio e che oggi continuano ad assicurarlo, in modo prioritario, con soli fondi comunali.

Medesimo discorso per il servizio mensa – chiariscono ancora Antoniotti e Pizzuti – quest’anno contiamo di poter anticipare l’avvio delle attività, già a partire dalla seconda decade del mese di ottobre. Anche la refezione è una prestazione che abbiamo assicurato attraverso le opportune coperture di bilancio cercando di offrire sempre standard qualitativi elevati. A conclusione delle procedure della nuova gara d’appalto, il servizio è stato affidato ad una nuova ditta, con esperienza decennale nel settore della ristorazione che, senza dubbio, avrà la possibilità di assicurare pasti eccellenti. 

Il Comune di Rossano – concludono il Primo cittadino e l’Assessore – è rimasto uno dei pochi in Calabria, se non addirittura l’unico, ad offrire, senza il supporto di finanziamenti esterni, quei servizi che mirano a garantire il diritto allo studio a tutti i ragazzi della nostra Città. Dall’assistenza scolastica al trasporto, per finire alla refezione. E non pensiamo che questo possa suscitare indignazione! Anzi!