Lo ha accertato l’autopsia disposta dalla Procura di Palermo sul corpo del giovane imprenditore avvelenatosi dopo avere mangiato funghi. Oggi i funerali
“Epatite fulminante”: queste le prime agghiaccianti parole relative agli esiti dell’autopsia effettuata lunedì pomeriggio sul corpo di Dino Falco, l’imprenditore 43enne di Corigliano Calabro ucciso dieci giorni fa da un’intossicazione da funghi velenosi e spentosi in un ospedale di Palermo dopo il trasferimento d’urgenza dal nosocomio coriglianese “Guido Compagna”.
LEGGI TUTTO

{jcomments off}