Le OO.SS.  Funzione Pubblica CGIL Comprensoriale e UIL di Rossano, dopo l’assemblea all’assemblea tenutasi in data 27 ottobre 2014 hanno proclamato lo stato di agitazione dei lavoratori Ecoross del Cantiere di Rossano. La decisione del sindacato e dei lavoratori è giunta dopo ampia ed approfondita discussione del documento presentato dalla Ecoross nel corso della riunione del 9 ottobre  2014 tenutasi presso il comune di Rossano che non presenta alcuna novità rispetto alla situazione precedente.

Le OO.SS. sostanzialmente hanno dovuto constatare la indisponibilità della Ecoross ad accogliere le richieste che sono state ancora una volta avanzate e che riguardano il completamento delle ore contrattuali dalle attuali 30 alle 36 ore settimanali per i 30 dipendenti storici dell’azienda che ne costituiscono anche la principale ossatura organizzativa. Hanno rilevato altresì che continuano a rimanere irrisolti problemi  quali il mancato versamento del Tfr al Fondo di previdenza integrativa, la mancata corresponsione del Tfr ai lavoratori che ne hanno fatto richiesta, la mancata regolarizzazione delle pratiche relative alla cessione del 1/5 dello stipendio che espone i lavoratori verso terzi etc..
Preso atto, quindi della indisponibilità dell’azienda a risolvere i problemi posti, attenendosi alle regole poste dal contratto e dalla legge che regolamenta lo sciopero nei servizi pubblici, hanno dichiarato lo stato di agitazione, il blocco dello straordinario  e proclamato una giornata di sciopero per l’intera giornata di lunedì 17 novembre 2014.

          Il Segretario generale FP Cgil      Il Responsabile Uil Rossano
                Francesco Spingola                      Luciano Campilongo                                               

Rossano, 29 ottobre 2014