In merito alle vicende relative alla vertenza Lsu Lpu del comune di Rossano apparse sulla stampa nei giorni scorsi le OOSS scriventi tengono ad esplicitare quanto segue. Intanto la viva preoccupazione sulla grave situazione che anche grazie al governo i lavoratori stanno vivendo a distanza di quasi un anno dall’emanazione della legge di stabilità 2013 che prevedeva la contrattualizzazione e la susseguente stabilizzazione presso gli enti, ad oggi rimasta praticamente lettera morta.

Per non parlare della disastrosa gestione dell’ente regionale Calabria che a fatica e con ripetute mobilitazioni sindacali eroga ai lavoratori ed agli enti utilizzatori le spettanze in ritardo sui tempi amplificando tutte le difficoltà delle famiglie precarie. Facciamo presente, pertanto, che già a partire dalla prossima settimana le OOSS riprenderanno le iniziative di mobilitazione dei precari calabresi fino all’arrivo del presidente Renzi in calabria prevista per giorno 7 pv a Gioia Tauro, al quale si chiederà di dare risposte serie e certe a tutte le vertenze in corso. Da ultimo assistiamo a Rossano ad una incresciosa ed inaspettata polemica a mezzo stampa tra l’AC da un lato, che sarebbe protagonista di una operazione clientelare a danno di alcuni precari e, dall’altra, proprio alcuni lavoratori che accusano il Comune di tali comportamenti poco chiari. Le scriventi OOSS ritengono inaccettabile che tale vertenza divenga oggetto di speculazione politica e/o mediatica ma piuttosto, ritengono doveroso operare affinchè vengano riportati tutti gli attori della vicenda nel solco della discussione sindacale a tutela dei Lavoratori precari di Rossano. A tal proposito le OOSS hanno inoltrato nei giorni scorsi all’ufficio competente del Comune, ufficiale richiesta di copia di tutte le determine da inizio anno realtive a pagamenti, inquadramenti, integrazioni comunali nonché anticipazioni mensili. Questo in via urgente ed in considerazione dell’incontro che le scriventi chiedono all’AC di convocare quanto prima al fine di fugare tutti i dubbi relativi all’intera vicenda. In attesa preannunciano che, in mancanza, le scriventi si vedranno costrette a proclamare urgente assemblea per decidere tutte le necessarie azioni di mobilitazione anche a livello comunale.
(Ferrone) NIDIL CGIL – (Tripoli) FELSA CISL – (Piterà) UILTEMP